Per tutto il mese di marzo l’Aula del Senato non affronterà il tema della Convenzione di Faro. E’ quanto ha stabilito la conferenza dei capigruppo di Palazzo Madama che ha stilato il calendario dei lavori fino a giovedì 28 marzo senza inserire l’esame del provvedimento.

“Non abbiamo voluto calendarizzarla perché c’è una questione aperta”, spiega ad AgCult il presidente dei senatori M5S Stefano Patuanelli che aggiunge: “Vediamo se il governo intende presentare un suo provvedimento di ratifica e poi ne parleremo alla prossima capigruppo. Attendiamo notizie, dopodiché ci sarà una riunione di maggioranza per decidere l’iter parlamentare che prevede o l’esame del testo direttamente in Aula oppure un suo passaggio in commissione Esteri”.

Una posizione, quella di M5S e Lega, criticata dalle opposizioni. “Abbiamo chiesto spiegazioni rispetto agli atteggiamenti della maggioranza perché ogni tanto ci viene dato il contentino di calendarizzare la ratifica della Convenzione di Faro ma poi ci si rifiuta ogni volta di discuterla”, ha detto in Aula il capogruppo Pd Andrea Marcucci. La presidente del gruppo Misto-Leu, Loredana De Petris, ha chiesto la modifica del calendario inserendo l’esame del provvedimento nella giornata di martedì 12 marzo. L’Aula però, per alzata di mano, ha bocciato questa richiesta confermando quanto stabilito dalla capigruppo.

 

Articoli correlati