“La Scala è un’istituzione culturale molto importante di questo paese che ha una sua autonomia e questa autonomia va rispettata fino in fondo. Questa è una discussione che io considero interna alla Scala, che io rispetto e a cui partecipo da lontano”. Lo ha detto il ministro dei Beni culturali, Alberto Bonisoli, a margine della visita a Palazzo Venezia a Roma in occasione della terza giornata della Settimana dei musei, in merito alle dichiarazioni del sovrintendente Pereira sull’origine della proposta dell’Arabia Saudita di donare 15 milioni di euro alla Scala di Milano e sulla possibilità di non rinnovo della sua carica.

“C’è un po’ di documentazione che devo visionare – continua il ministro Bonisoli – e molto probabilmente più tardi contatterò il sindaco Sala per due chiacchiere al riguardo”.

Prosegue comunque il dialogo, precisa il titolare del Collegio Romano, perché “ne va di un aspetto della diplomazia culturale che non può essere tralasciato alla mercé del caso ma a delle iniziative specifiche”. Una questione che, conclude il ministro Bonisoli, “va monitorata e accompagnata nella giusta direzione. Ieri abbiamo parlato con l’ambasciatore, la Farnesina è stata interessata, ci stiamo muovendo ma nel pieno rispetto dell’autonomia della Scala e delle decisioni delle Fondazioni”.

Leggi anche:

Scala, Bonisoli: Arabia in cda? Necessarie riflessioni accurate con Farnesina

 

Articoli correlati