La Direzione generale Cinema del Ministero per i Beni culturali ha avviato una procedura di manifestazione di interesse per l’individuazione di un operatore incaricato di fornire supporto tecnico alla Direzione. In particolare, l’operatore dovrà elaborare una proposta progettuale per la valutazione di impatto economico, industriale, occupazionale, artistico e culturale degli investimenti statali nel settore cinematografico e audiovisivo riferiti al 2018. In questo modo, il Mibac potrà avere a disposizione dati e informazioni necessarie per verificare l’efficacia degli strumenti messi a disposizione dalla Legge Cinema (L. n. 220/2016).

L’incarico sarà concluso con la consegna di una relazione, entro il 10 settembre 2019. La conclusione della procedura comprende anche la verifica della rispondenza della relazione alle specifiche contenute nel disciplinare e nell’allegato del bando della manifestazione pubblica. Il valore massimo dell’affidamento sarà pari a 140 mila euro.

Gli interessati dovranno inviare la documentazione necessaria entro il 15 aprile 2019 alla Direzione generale Cinema del Mibac.

LE VALUTAZIONI D’IMPATTO DELLE POLITICHE PUBBLICHE

La Legge Cinema affida al Mibac lo svolgimento di attività di studio e analisi nel settore cinematografico e audiovisivo. Allo stesso modo il Ministero elabora valutazioni d’impatto delle politiche pubbliche che gestisce. In merito a ciò, riferisce annualmente, il 30 settembre di ogni anno, una relazione annuale sullo stato di attuazione degli interventi con riferimento al loro impatto economico, industriale e occupazionale e all’efficacia delle agevolazioni tributarie previste dalla legge sul settore.

Nello svolgere questi compiti, il Mibac può concedere contributi per la realizzazione di indagini, studi, ricerche e valutazioni di impatto economico, industriale e occupazionale delle misure previste dalla Legge Cinema.

LA PROPOSTA PROGETTUALE

Nella redazione della proposta, l’operatore dovrà tenere conto di alcuni elementi. Tra questi, macro e micro-indicatori che permetteranno una stima dei progressi ottenuti e la pianificazione della raccolta dei dati necessari per effettuare la valutazione. Dovrà inoltre tenere conto degli indicatori economici utilizzati in altri Paesi comparabili al nostro.

Tali elementi e indicatori sono stati individuati nel 2017 per agevolare il processo di svolgimento di valutazioni efficienti. I macro-indicatori riguardano la spesa, l’occupazione, il valore aggiunto lordo e i proventi da esportazione. Inoltre, essi comprendono le addizionalità, la remunerazione del lavoro, il ritorno sugli investimenti pubblici e il turismo. Sono stati poi individuati otto micro-indicatori comuni e 34 micro-indicatori specifici. Tra i primi, troviamo il tasso medio e/o importo del sostegno ottenuto per progetto, il grado di utilizzo per tipologia di richiedente, parità di genere e diversità.

I micro-indicatori specifici attengono a misure di intervento tra cui il credito d’imposta per le società di produzione, quello per le società di distribuzione, i contributi selettivi e il Piano straordinario per la digitalizzazione del patrimonio cinematografico e audiovisivo.

La relazione dovrà contenere una presentazione e una parte introduttiva di analisi economica e finanziaria. In essa, dovrà essere presente anche un confronto con i principali Paesi comparabili e una relazione sullo stato di attuazione degli interventi della Legge Cinema.

REQUISITI DI PARTECIPAZIONE

La partecipazione alla manifestazione di interesse è riservata agli operatori con sede stabile in Italia o in altri Stati membri dello Spazio Economico Europeo. Essi dovranno essere imprenditori individuali e società, anche cooperative, raggruppamenti temporanei tra imprese e consorzi o università e centro di ricerca.

Gli operatori dovranno anche aver realizzato, nel triennio precedente alla data di scadenza della procedura, almeno uno studio, una pubblicazione o un’analisi relativi al settore cinematografico, audiovisivo o delle industrie culturali e creative. È inoltre richiesto l’aver realizzato uno studio, una pubblicazione o un’analisi relativi alla valutazione di impatto di politiche pubbliche.

Approfondimenti:

Link all’avviso della Dg Cinema del Mibac

Articoli correlati