Il Parco archeologico del Colosseo ha presentato il nuovo biglietto dedicato esclusivamente all’ingresso al Foro Romano e al Palatino. Questo nuovo biglietto va a sostituire il biglietto S.U.P.E.R. lanciato lo scorso aprile. Avrà il costo di 16 euro, cui si aggiungono 2 euro per l’eventuale prenotazione on-line, e sarà valido un solo giorno. A partire dall’11 marzo il nuovo ticket si aggiungerà al biglietto già esistente del costo di 12 euro, che ad oggi consente un accesso al Colosseo e uno al Foro Romano e al Palatino nell’arco di 2 giorni.

Nel costo del biglietto sarà compreso l’accesso – che resta contingentato per necessità di tutela – al Museo Palatino, al Criptoportico neroniano, alle case di Augusto e di Livia, all’Aula Isiaca con la Loggia Mattei, al Tempio di Romolo, a Santa Maria Antiqua con l’Oratorio dei Quaranta Martiri e alla Rampa di Domiziano.

I NUOVI BIGLIETTI

L’11 marzo nasce il biglietto Foro Palatino Super: Oltre all’area archeologica, saranno visitabili, negli orari di apertura e fino a capienza massima, i siti speciali Super ( Museo Palatino, Casa di Augusto, Casa di Livia, l’Aula Isiaca/loggia Mattei, Criptoportico neroniano, Santa Maria Antiqua con oratorio dei Quaranta Martiri e Rampa domizianea, Tempio di Romolo).

Dal mese di aprile si aggiungerà la Domus Transitoria.

Quindi, dall’11 marzo, se si vorrà fare la conoscenza con la straordinaria realtà di Colosseo, Foro Romano e Palatino il biglietto basic costerà 12 euro.
Se si ha già visitato il Colosseo e si vuole approfondire la conoscenza del Foro Romano e del Palatino godendo delle nuove offerte, ci sarà il biglietto Foro Palatino super a 16 euro.

Dal 1 novembre il biglietto Basic costerà 16 euro (con un aumento del 33 per cento) e sarà valido 1 giorno per 1 ingresso al Colosseo e 1 ingresso al Foro Romano – Palatino; il biglietto Foro Palatino super resterà a 16 euro, sarà valido 1 giorno, 1 ingresso al Foro Romano – Palatino; arriverà poi il biglietto “full experience” che costerà 22 euro e sarà valido 2 giorni per 1 ingresso al Colosseo e 1 ingresso al Foro Romano – Palatino.

“Nell’ultimo anno – ha ricordato la direttrice del Parco archeologico, Alfonsina Russo – si è assistito a un notevole incremento dell’offerta culturale dell’area del Parco archeologico del Colosseo, anche in termini di metri quadrati visitabili. Si sono aggiunti infatti l’apertura delle Terme di Elagabalo, del vicus ad Carinas, delle Uccelliere Farnese e del percorso storico e naturalistico lungo le Pendici meridionali del Palatino, oltre ai percorsi dedicati alla pittura romana e tardo-antica. Anche il Colosseo ha ampliato la sua fruizione, con l’allestimento permanente del Museo”. Quest’anno, ha annunciato, “apriremo un nuovo percorso molto affascinante che si lega alla personalità di Nerone: apriremo il Palazzo imperiale di Nerone sul Palatino, che sarà l’incipit del percorso neroniana. Infine verso la fine del 2019 sarà riaperta parte della Domus Tiberiana”.

I NUMERI

Il Parco archeologico del Colosseo, ricorda Alfonsina Russo, “è tra i primi siti culturali al mondo, costituisce il maggior attrattore culturale del paese. Abbiamo chiuso il 2018 con 7 milioni e 650mila visitatori, e vediamo dalle prenotazioni che è un numero in forte crescita, superiore anche a quello dei turisti in arrivo a Roma. Negli ultimi 20 anni la crescita è stata costante, fino a quasi a raggiungere i livelli massimi di capienza”.

Dal 2009 al 2018, inoltre, sono stati 60 mln i visitatori, pari allo 0,8 per cento della popolazione mondiale. Negli ultimi due anni il numero dei visitatori è poi cresciuto del 9,3 per cento, “un numero veramente notevole”.

IL CONFRONTO CON IL RESTO DEL MONDO

Se si fa un confronto con i siti culturali più visitati al mondo, il Colosseo è al quarto posto nella classificata mondiale, dietro al Louvre, la Grande Muraglia Cinese e il Museo nazionale di Pechino. A seguire istituzioni come il Metropolitan, i Musei vaticani, etc.

Analizzando i flussi dei visitatori del 2018 differenziando tra chi entrava al Colosseo e chi al Foro Romano-Palatino, vediamo che di questi 7,65 mln visitatori 5,8 mln sono entrati direttamente al Colosseo. Di questi 5,8 mln, 2,4 hanno solo visitato il Colosseo, mentre 3,4 mln sono entrati successivamente al Foro Romano-Palatino. Dei 1,75 mln entrati al Foro Romano-Palatino, 890 mila hanno visitato Palatino e Foro e sono usciti, mentre 960mila visitatori sono poi entrati al Colosseo.

La ricerca, commissionata da Electa e coordinata dal Parco archeologico del Colosseo, è stata realizzata da Vela Imprese s.r.l., in collaborazione con Electa e Coopculture. L’apertura dei siti speciali SUPER è stata realizzata in collaborazione con Ales S.p.A.

 

Articoli correlati