Romina Quarchioni e Fabio Bottiglieri entrano nel Consiglio di amministrazione della Galleria Nazionale delle Marche. I due nuovi membri affiancheranno il Presidente Peter Aufreiter, Cesare San Mauro e Giovanni Castellucci nella composizione dell’organo dell’istituto autonomo. Lo scorso febbraio il Ministero dell’Istruzione aveva comunicato il raggiungimento dell’intesa in merito alla sostituzione della dimissionaria Maria Cristina Loccioni con Romina Quarchioni. Bottiglieri è invece stato selezionato, sulla base del suo curriculum, vista la necessità di integrare il Consiglio. Gli incarichi così assunti dureranno “fino alla naturale scadenza dell’organo”. In base allo Statuto dell’istituto, i membri dell’organo durano in carica cinque anni. Dato che la loro nomina è avvenuta con decreto ministeriale del 22 dicembre 2015, le cariche saranno assunte fino al 2020. Questo a meno che, così come previsto dallo Statuto, non si proceda alla conferma degli incarichi assegnati, eventualità possibile una sola volta.

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

In base a quanto previsto dallo Statuto, il Consiglio di amministrazione stabilisce le linee di ricerca e gli indirizzi delle attività della Galleria Nazionale delle Marche. Questo in coerenza con le direttive e gli atti di indirizzo del Ministero per i Beni culturali. Tra i compiti ad esso spettanti rientrano l’approvazione della Carta dei Servizi e del programma di attività annuale e pluriennale della Galleria oltre che l’adozione dello Statuto della stessa. Il Consiglio di amministrazione è composto dal Direttore dell’istituto che lo presiede e da quattro membri. Essi vengono designati dal Ministro per i Beni culturali, uno d’intesa con il Ministro dell’Istruzione e uno d’intesa con il Ministro dell’Economia.

Approfondimenti:

Decreto di integrazione del Cda

Leggi anche:

Musei autonomi: approvato lo statuto della Galleria Nazionale delle Marche

Articoli correlati