“Domani, alle 10, intervengo al convegno ‘Europa Creativa: un’opportunità per la musica dal vivo’ organizzato da Assomusica, European Live Music Association (ELMA) e Impresa Cultura Italia – Confcommercio”. Lo dichiara Silvia Costa, europarlamentare del Pd. “E’ un’occasione per discutere - tutti insieme - di Europa Creativa, programma di cui io sono relatrice, e su cosa fare per migliorare la programmazione e gli investimenti in questo settore che è un volano di crescita e sviluppo per i territori e il made in Italy della cultura”. 

“La prima novità del nuovo programma Europa Creativa 2021/2027, che sarà votato dal Parlamento Europeo nella prossima plenaria a Strasburgo, è il raddoppio del budget, da 1,46 miliardi di euro a 2,8 miliardi. Abbiamo potenziato gli strumenti e i piani di finanziamento a sostegno degli spettacoli di musica live. Il nuovo testo allarga molto le azioni e vi include anche l’azione settoriale sulla musica, ampiamente mutuata da Music Moves Europe. Nel testo di Europa Creativa abbiamo dato un’attenzione particolare ai giovani artisti emergenti, la visibilità dei creatori, la partecipazione e l’accesso e la promozione delle diverse tradizioni musicali”.

“Ho ben presente anche il ruolo della musica live nei Festival – continua Silvia Costa - , che proprio lunedì prossimo celebreranno, a Milano, ospiti di Italiafestival, la seconda Convention di EFFE( Europe for Festivals, Festivals for Europe), uno dei network sostenuti da Europa creativa - cultura.  La Musica live in Europa però non è priva di contraddizioni e conflitti tra aree  geografiche transnazionali e deve migliorare la professionalità dei suoi operatori, la mobilità degli artisti, la valorizzazione transnazionale dei talenti, la raccolta e interpretazione di dati”. 

“Per queste ragioni, su intelligente sollecitazione degli operatori è nato Music Moves Europe che il Parlamento ha creato come Progetto pilota, precondizione necessaria al nuovo, importante passo a “Azione settoriale “ dello strand Cultura in EC 21-27. Dal 3 giugno 2016, quando Music moves Europe fu lanciato al MIDEM. La Musica live ha tutti i requisiti per incrociare tutto il mainstreaming: creazione artistica diversità culturale, dimensione economica all’interno e all’esterno della UE, spazio per l’espressione giovanile come messo in evidenza pochi giorni fa dalla ricerca AGIS/ Assomusica/Confcommercio”.

 

Articoli correlati