“Non possiamo perdere l’occasione della cultura, che è il domani e il futuro e soprattutto è fatta di tante imprese e giovani. Perché la cultura è amata dai giovani, ma è anche la gioventù della nostra economia, è la parte più vitale e aperta dell’economia”. Lo ha detto il presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, aprendo con un videomessaggio il convegno “Europa creativa: un'opportunità per la musica dal vivo” organizzato da Assomusica, European Live Music Association (ELMA) e Impresa Cultura Italia – Confcommercio.

“Confcommercio ha vissuto un piccolo, grande passaggio storico formando il Coordinamento Impresa cultura Italia di cui è presidente Carlo Fontana - ha ricordato Sangalli -. Il Coordinamento, di cui Agis è capofila, riunisce tutte le associazioni della cultura, dello spettacolo, dell’intrattenimento, della creatività aderenti a Confcommercio”.

Il Coordinamento, ha sottolineato Sangalli, “riconosce la cultura come una componente fondamentale e autonoma, trasversale ma non accessoria, del terziario di mercato e dell’economia del Paese”. Su questo tema, ha concluso il presidente di Confcommercio, “per farcela bisogna lavorare insieme. Come fa il programma Europa Creativa 2021-2027 per promuovere la cooperazione europea in materia di diversità culturale rafforzando competitività dei settori culturali e creativi”.

 

Articoli correlati