"Dopo una visita, questa mattina, al Salon du Livre di Parigi, il Ministro per i beni e le attività culturali, Alberto Bonisoli, ha incontrato questo pomeriggio il suo omologo francese Franck Riester. È la seconda volta che i due si incontrano rinsaldando ancor di più il dialogo tra Italia e Francia nel segno della cultura. Nel bilaterale si è parlato dei prestiti per i due grandi eventi che coinvolgono i due Paesi: i cinquecentenari di Leonardo e di Raffaello. Da entrambe le parti è stata mostrata ampia disponibilità politica affinché i due anniversari vengano celebrati nel miglior modo possibile sia in Francia che in Italia". Lo scrive in un comunicato il Ministero dei Beni culturali. 

Altro argomento all’ordine del giorno è stata l’ufficializzazione della presenza dell’Italia come Paese ospite d’onore al Salon du Livre del 2021. "L’editoria è il cuore della diffusione dei rapporti culturali e del dialogo – ha commentato Bonisoli – Conoscere le tradizioni e gli usi degli altri Paesi, contribuisce ad ampliare gli orizzonti e a solidificare sistemi costruttivi di confronto e di crescita". E proprio in tema di reciproca conoscenza, Bonisoli ha invitato Riester a sfruttare l’occasione di Matera Capitale Europea della Cultura del 2019, per organizzare eventi ed iniziative culturali francesi proprio a Matera. Un modo per dar lustro contemporaneamente alla cittadina della Basilicata e alla cultura d’oltralpe. Un invito che Riester ha accolto e accettato di buon grado.

L’ultimo tema affrontato nel bilaterale è stato quello delle collaborazioni in campo cinematografico. Italia e Francia hanno un’importante tradizione in questo settore e, quindi, Bonisoli e Riester hanno concordato sulla costituzione di un fondo che possa servire a finanziare coproduzioni cinematografiche tra i due Paesi. Della delegazione che ha accompagnato il Ministro facevano parte: il Segretario Generale del Mibac, Giovanni Panebianco, il Consigliere Diplomatico, Marco Ricci e l’Ambasciatrice d’Italia in Francia, Teresa Castaldo. Sempre nel pomeriggio il Ministro ha incontrato la Direttrice Generale dell’Unesco Audrey Azoulay che ha sottolineato l’importante ruolo dell’Italia nel cui territorio ricadono ben 54 luoghi ritenuti patrimonio dell’Umanità.

Articoli correlati