“Stiamo lavorando per portare il prossimo anno un grande evento in Cina in occasione delle celebrazioni per i 500 anni dalla morte di Raffaello”. Lo ha annunciato il sottosegretario ai Beni culturali Lucia Borgonzoni intervenendo al Forum Italia-Cina che si è tenuto a Roma presso le Gallerie Corsini a Palazzo Barberini. Nel suo saluto, Borgonzoni, nei ringraziamenti di rito, ha sottolineato che “quando si arriva a firmare accordi così importanti il lavoro è svolto da tutti, anche da chi oggi non siede a questo tavolo”. 

SITI UNESCO

Per il sottosegretario “l’accordo sui siti Unesco è molto importante. Una cornice che all’interno terrà i singoli accordi. Una cornice di tutela e di valorizzazione di un patrimonio collettivo dell’umanità che vede l’Italia prima per siti riconosciuti e la Cina seconda. Abbiamo una grande fortuna, ma anche un dovere verso una memoria collettiva che va tutelata in tutti i modi. Mi auguro che questo accordo possa essere declinato anche in progetti che stiamo sviluppando come Italia: uno legato alla fruibilità dei siti che spesso non è così semplice per chi ha problemi motori (con una sperimentazione sulla Torre di Pisa); un altro che applica le nuove tecnologie alla tutela del patrimonio attraverso il controllo satellitare e terrestre per prevenire i danni dalla fruizione sbagliata, dal tempo e dai cambiamenti climatici che sono sicuramente un grande rischio per il nostro patrimonio”. 

CINEMA

Nel corso dell’incontro non si è parlato di cinema - anche se il ministro cinese l’ha citato -, tuttavia Borgonzoni ha sottolineato come il campo dell’audiovisivo “sia l’esempio di una buona pratica di un rapporto che abbiamo già attivato tra l’Italia e la Cina a più livelli: istituzionale e imprenditoriale. Durante il Festival internazionale di Pechino il prossimo mese - ha detto - saremo in Cina, abbiamo infatti tanti progetti che si svilupperanno perché in realtà i rapporti ci sono e sono già evidenti in molti contesti internazionali”. 

 

Articoli correlati