“Lo spirito che anima questo voto, questa fondamentale vittoria, sottolinea il valore economico della cultura: lo stesso deve ora accadere con la legge sul prezzo fisso del libro, che sancisce il giusto riconoscimento alla creatività e al lavoro di tutta la filiera”. Lo dichiara ad AgCult il presidente dell’Associazione degli editori indipendenti (Adei), Marco Zapparoli, commentando a caldo il voto del Parlamento europeo che ha dato il via libera alla direttiva sul Copyright. 

Nei giorni scorsi, Adei - insieme a Federculture - aveva diffuso un comunicato per “sostenere - si leggeva nella nota - un provvedimento di riforma che salvaguarda e valorizza i contenuti della creatività e dell’ingegno di un numero crescente di professionisti e di creativi”. L’auspicio di Federculture e di Adei è che “la rivoluzione digitale sia sempre più finalizzata a favorire l’esperienza culturale da parte dei cittadini e, nel contempo, faccia emergere nuove e riconosciute professionalità creative in grado di rendere l’arte e la cultura sempre più accessibili e insieme sostenibili”. 

 

Articoli correlati