Il 'Polittico della Passione', conservato al Museo Nazionale di Venafro, sarà concesso in prestito per una mostra a Matera. Nell'ambito del programma culturale di Matera Capitale europea della Cultura nel 2019 è prevista infatti la grande esposizione “Il Rinascimento visto da Sud. Matera, l'Italia meridionale e il Mediterraneo tra 400 e 500” dedicata alle arti figurative e al tema del Mediterraneo, promossa in stretta collaborazione dalla Fondazione Matera-Basilicata 2019 e dal Ministero per i beni e le attività culturali. 

LA MOSTRA

La mostra - curata dalla direttrice del polo museale della Basilicata Marta Ragozzino, insieme ai professori Pierluigi Leone de Castris, Matteo Ceriana e Dora Catalano, supportati da un prestigioso comitato scientifico internazionale - si svolgerà dal 19 aprile al 19 agosto 2019 nel principale museo statale della Basilicata, il Museo nazionale d'arte medievale e moderna di Palazzo Lanfranchi a Matera. 

IL PROGETTO ESPOSITIVO

Il progetto espositivo intende ricostruire - attraverso un nuovo racconto visivo fatto tirare preziose opere d'arte ma anche di oggetti e documenti storici provenienti dai principali musei italiani e stranieri - la fioritura artistica e culturale avvenuta nell'Italia meridionale tra la metà del Quattrocento e la metà del Cinquecento, in relazione con il più ampio contesto del Mediterraneo. 

IL POLITTICO DELLA PASSIONE

In questo autorevole straordinario contesto si inserisce il prestito del “Polittico della Passione” conservato al Museo Nazionale di Castello Pandone di Venafro. Il politico databile alla fine del XV secolo, grazie alla collaborazione della proprietaria Fondazione Pia Unione di Venafro “SS. Annunziata”, nei prossimi giorni lascerà temporaneamente la sua sede di esposizione al Castello per trovare una degna collocazione tra le opere d'arte della mostra in oggetto. 

Si tratta di un importante contributo del Polo museale del Molise e del patrimonio culturale molisano alla realizzazione di una mostra di respiro internazionale. Un'occasione di valorizzazione e promozione del territorio di Venafro e dei suoi tesori.

 

Articoli correlati