“La legge quadro nazionale sulle guide turistiche è una priorità, spero proprio che arrivi in porto prima dell’estate”. Lo dichiara ad AgCult il ministro delle Politiche Agricole e del Turismo, Gian Marco Centinaio, che spiega la situazione attuale: “Stiamo cercando di trovare una mediazione tra la posizione delle Regioni e quella delle guide turistiche. Le prime vorrebbero andare avanti con una guida nazionale, la maggior parte delle associazioni vogliono una guida locale”. 

“C’è un accordo di massima – afferma Centinaio -, proveniente dal governo precedente, sul quale stiamo cercando di lavorare: cioè una guida nazionale che abbia però la possibilità di avere anche delle peculiarità a livello locale. Si tratta soltanto di limare gli accordi tra Regioni e associazioni, però alla fine sono convinto che riusciremo a trovare una soluzione”.

Sulla tempistica Centinaio non si sbilancia: “Non fisso più scadenze per il semplice motivo che questo argomento pensavo di risolverlo entro dicembre scorso. Invece siamo a marzo e cerchiamo ancora di arrivare a un accordo. Però se devo mettere questa materia nella graduatoria delle priorità del ministero, è al primo posto insieme al codice identificativo per le strutture ricettive. Sono le due partite sulle quali stiamo lavorando. Per questo penso che prima dell’estate la legge sulle guide turistiche sia una realtà”. 

 

Articoli correlati