L’Associazione Settemari, attiva per la diffusione della conoscenza della voga alla veneta e degli stili di vita sulla Laguna, organizzerà domenica 7 aprile una passeggiata patrimoniale veneziana nel quadro della Convenzione di Faro del Consiglio d’Europa, sul valore dell’eredità culturale per la società. Durante la passeggiata si andrà alla scoperta dell’Antico borgo di Malamocco (photo credit: comune di Venezia). A partire dal 2013 l’Ufficio di Venezia del Consiglio d’Europa ha organizzato e coordinato una serie di attività per la promozione della Convenzione, tra le quali sono comprese le passeggiate patrimoniali. Si tratta di percorsi tematici che permettono ai partecipanti di riscoprire luoghi e saperi come patrimonio culturale della propria comunità (Nel 2018 sono state coordinate dall’Ufficio di Venezia più di 100 passeggiate in 13 regioni italiane).

IL LEGAME TRA COMUNITA’ E PATRIMONIO

Durante la passeggiata patrimoniale che si terrà il 7 aprile si esplorerà con Giulio Pozzana, di Equipe veneziana di ricerca, l’Antico borgo di Malamocco che comprende la darsena, la canonica e il Palazzo del Podestà. Si alterneranno durante il percorso alcune testimonianze su importanti tradizioni locali come il merletto e la pesca da parte di alcune persone che hanno vissuto il luogo. Frutto della collaborazione tra Associazione Settemari, Biblioteca Hugo Pratt e Equipe veneziana di ricerca e sotto l’egida del Consiglio d’Europa di Venezia, la giornata vuole rafforzare il legame tra comunità e patrimonio culturale, invitando i partecipanti, soci e cittadini, ad approfondirne la conoscenza e a riflettere sul passato, presente e futuro dei luoghi e dei modi di vita ad essi collegati.

LA PASSEGGIATA

Attraverso questa Passeggiata Patrimoniale prosegue il percorso di scoperta di una Venezia “vissuta dall’acqua” e di uno stile di vita in armonia con la natura più intima della città e della Laguna, iniziato l’anno scorso con una prima passeggiata patrimoniale all’isola della Certosa, occasione importante che ha permesso di conoscere l’attuale intervento di riqualificazione di questa isola “abbandonata”. Il punto di ritrovo è alle 10.50 presso il Campo della Chiesa di Malamocco, da dove inizierà il percorso per la canonica e che proseguirà per la Chiesa. Dopo una pausa pranzo si ripartirà da Palazzo del Podestà per concludersi al Museo verso le 16.30. La passeggiata patrimoniale è gratuita e aperta ai cittadini previa iscrizione, inviando una mail a elisa.andreoli@coe.int o contattando lo 041 319 08 60.

LA CONVENZIONE DI FARO

Firmata da 23 stati membri del Consiglio d’Europa, tra i quali l’Italia e ratificata da 18 Stati, la Convenzione di Faro valorizza il nesso tra patrimonio culturale, i diritti dell’uomo e la democrazia, consolidando l’importanza del patrimonio materiale e immateriale per e nella società.

 

Articoli correlati