Viene presentato l'11 aprile a Roma, alle 11:30, nella Sala Spadolini del Ministero per i beni e le attività culturali (MiBAC), il progetto del Portale delle biblioteche e degli istituti culturali italiani, che integrerà le banche dati e i portali tematici gestiti dall’ICCU, l’Istituto centrale per il catalogo unico delle biblioteche italiane e per le informazioni bibliografiche.

IL NUOVO PORTALE

Si tratta di una piattaforma innovativa, progettata per l'accesso integrato, semplice e diretto, a tutto il patrimonio bibliografico e alle risorse digitali prodotte o conservate dalle istituzioni che partecipano ai progetti nazionali coordinati dall’ICCU: il catalogo del Servizio bibliotecario nazionale (SBN); Internet Culturale, la Digital Library delle biblioteche italiane; Edit16, il Censimento nazionale delle edizioni italiane del XVI secolo; ManusOnLine, il database dei manoscritti antichi e moderni conservati nelle biblioteche italiane; 14-18: documenti e immagini della Grande Guerra; l’Anagrafe delle biblioteche italiane; le mostre virtuali realizzate nell’ambito del progetto Movio e altro ancora. Un’unica interfaccia permetterà di accedere a milioni di dati, libri, giornali e riviste, manoscritti, immagini, registrazioni audio e video, messi a disposizione da oltre 6.300 biblioteche e istituti culturali.

IL PROGRAMMA

Il programma sarà aperto da un’introduzione del Direttore generale Biblioteche e istituti culturali del MiBAC, Paola Passarelli. Il Direttore dell’ICCU, Simonetta Buttò, illustrerà quindi il progetto.

Seguirà una discussione, con la partecipazione di studiosi ed esperti di biblioteconomia, editoria digitale, lettura e comunicazione.

Interverranno Giovanni Solimine (Sapienza Università di Roma), Claudio Leombroni (IBC - Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia Romagna), Alberto Petrucciani (Comitato tecnico scientifico per le biblioteche e gli istituti culturali), Gino Roncaglia (Università degli studi della Tuscia), Marino Sinibaldi (Rai).

UN ACCESSO INTEGRATO

Il nuovo Portale delle biblioteche e degli istituti culturali italiani offrirà un accesso integrato, con uno stile di comunicazione semplice e chiaro, al patrimonio digitale e informativo prodotto in trent'anni di lavoro dalle biblioteche e dagli istituti culturali. Gli utenti potranno vivere un’esperienza di fruizione efficace di risorse di ogni genere – testi, immagini, audio e video – ed essere accompagnati in ricerche innovative e sofisticate.

L'infrastruttura che sarà realizzata, basata sulle modalità più avanzate di progettazione informatica e sull'impiego di software open source, integrerà tutti i servizi oggi gestiti con sistemi diversi, conseguendo così anche significative economie di costi e semplificazione di procedure. Per realizzare il nuovo Sistema di ricerca integrato è stato pubblicato lo scorso ottobre un bando di gara europeo, preceduto da un’analisi dei profili di ricerca e da uno studio di fattibilità, che l’ICCU ha svolto attraverso gruppi di lavoro costituiti da personale interno e collaboratori esterni.

In una seconda fase del progetto sarà sviluppata una nuova infrastruttura, SBNCloud, tramite la quale le biblioteche aderenti potranno gestire tutti i loro servizi attraverso un ambiente Cloud centralizzato.

 

Articoli correlati