"Oggi, insieme al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ho partecipato all'inaugurazione della mostra su Leonardo a Vinci. Ai tempi del maestro, mettere in discussione il pensiero dei classici, era quasi un'eresia. Quindi il fatto che lui si sia preso la responsabilità, anche a livello personale, di avere una posizione critica nei confronti di un corpus cognitivo precedente a lui e validato dalle più alte autorità, è un messaggio ancora attuale ai giorni nostri, quando ci troviamo a combattere alcune soluzioni di pensiero unico". Lo sottolinea il ministro dei Beni culturali, Alberto Bonisoli, in un post su Facebook. 

"Il senso critico del genio da Vinci, la sua voglia di innovare, di mettersi in gioco, di imparare, di rischiare anche qualcosa di nuovo e sconosciuto. Questi sono i messaggi importanti di cui ricordarsi in un giorno come questo". 

 

Articoli correlati