"È molto importante l'approvazione definitiva della direttiva sul copyright da parte del Consiglio dell'Unione europea. Peccato che l'Italia si sia isolata e il governo italiano è tra i sei governi che hanno votato contro il copyright insieme a Paesi come la Polonia, Lussemburgo, Finlandia, Svezia, Olanda che praticano condizioni fiscali di assoluto favore ai giganti del web”. Lo dichiara Silvia Costa europarlamentare Pd/S&D.

“Un messaggio inequivocabile: il governo giallo-verde è dalla parte dei monopoli Usa su internet di cui non vuole individuare alcuna forma di responsabilità, non vuole che nello spazio digitale ci siano diritti e doveri da garantire e tutelare, consente che l’80 per cento della raccolta pubblicitaria europea(80 miliardi in Italia) sia acquisita dalle due maggiori piattaforme digitali (Google e Facebook) sottraendo queste risorse all’intera filiera della produzione e distribuzione di contenuti culturali e giornalistici poiché solo in minima misura vengono remunerati in diritto d’autore”.

“La tutela del diritto d'autore è fondamentale per difendere le produzioni culturali, audiovisive, cinematografiche e giornalistiche e per evitare il saccheggio digitale. Fondamentale è stata la direttiva europea sul copyright recentemente approvata e che noi abbiamo fortemente voluto", conclude la Costa.

 

Articoli correlati