Un incendio è divampato alle 18,50 nella cattedrale di Notre-Dame de Paris, forse causato dai lavori di ristrutturazione dell'edificio. L'incendio – hanno reso noto i Vigili del fuoco - ha preso piede nel sottotetto della cattedrale, il monumento storico più visitato d'Europa. Il tetto della cattedrale - riporta Le Figaro - sarebbe completamente crollato. La Procura di Parigi ha reso noto che è stata appena aperta un'indagine per determinare le cause dell'incendio.  Circa 400 i pompieri mobilitati introrno all’edificio, escluso l’uso di canadair per spegnere le fiamme: “Potrebbero portare al crollo dell'intera struttura”, ha spiegato la Sicurezza Civile

“Dall'Italia tutta la nostra vicinanza e tutto l'aiuto che potremo dare”, ha assicurato il vicepremier Matteo Salvini. “Sono triste nel vedere questa parte di noi bruciare”, ha scritto su Twitter il presidente francese Emmanuel Macron. Su Twitter anche il commento del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump: "E' terribile assistere a questo gigantesco incendio a Notre-Dame de Paris. “Dobbiamo agire in fretta”, ha twittato il presidente. 

LE REAZIONI DAL MIBAC

“Sono vicino agli amici francesi per questo grave incendio che sta devastando a Parigi la cattedrale di Notre Dame, monumento di valore inestimabile per l'intera umanità”, commenta il ministro dei Beni culturali, Alberto Bonisoli. Per il sottosegretario ai beni culturali, Gianluca Vacca, “quello che sta accadendo a Parigi è una tragedia per tutti, Notre Dame è un patrimonio mondiale. Siamo vicini ai francesi per questo gravissimo incendio”. “Vicina al popolo francese. Una perdita incalcolabile per tutta l’umanità. È un momento di profonda tristezza per tutti noi”, dichiara Lucia Borgonzoni, sottosegretario di Stato per i beni e le attività culturali.

E DALL'UE

“Solidarietà con la città di Parigi e il popolo francese. Coraggio ai valorosi pompieri che stanno lottando per salvare un gioiello inestimabile simbolo del patrimonio culturale europeo”, è il commento di Antonio Tajani, presidente del Parlamento europeo. Jean-Claude Juncker, presidente della Commissione europea, ha commentato: “Notre Dame appartiene a tutta l'umanità. Ha ispirato tanti scrittori, tanti pittori, tanti filosofi, tanti visitatori da tutto il mondo. Che spettacolo triste. Che cosa orribile. Condivido l'emozione della nazione francese, che è anche la nostra”.

LA COMMISSIONE CULTURA DELLA CAMERA

Per Anna Ascani (Pd) si tratta di “una catastrofe. Una perdita di dimensioni indicibili per tutta Europa, per tutta l’umanità. Tristezza immensa”. "Il mio cuore è lì. A Parigi, alla Francia, al mondo intero. L’ arte è di tutti e oggi noi tutti stiamo perdendo un pezzo importante della nostra storia", ha commentato Alessandra Carbonaro (M5S). 

 

Articoli correlati