Nell’ambito della partecipazione a Open Government Partnership, l’Italia ha avviato il processo per la redazione del 4° Piano d’azione nazionale per l’Open Government 2019-2021. Proprio per questa occasione, il Team OGP del Dipartimento della funzione pubblica ha esposto a consultazione pubblica la bozza del Piano. Tutti gli interessati sono invitati quindi a partecipare con propri contributi e osservazioni entro il 30 aprile 2019. 

Contestualmente parte la terza edizione del Premio OpenGov Champion 2019, finalizzato a riconoscere e valorizzare nelle organizzazioni pubbliche italiane l’adozione di pratiche ispirate ai principi fondanti dell’amministrazione aperta. Anche per la partecipazione al Premio la scadenza per l’invio delle candidature è il 30 aprile.

Il Piano d’azione nazionale per l’Open Government 2019-2021 e il bando per la partecipazione al Premio OpenGov Champion 2019 sono stati entrambi pubblicati, con avviso, sul sito istituzionale del Ministero per i Beni culturali.

IL PIANO D’AZIONE

Il 4° Piano d’azione nazionale per l’open government 2019-2021 è stato costruito con l’obiettivo di proseguire il percorso intrapreso con i precedenti piani d’azione e conseguire obiettivi d’impatto e ambiziosi nel prossimo biennio. Il documento rappresenta una strategia complessiva che vuole ambire a raggiungere significativi risultati in materia di trasparenza, partecipazione civica, lotta alla corruzione, semplificazione e innovazione della pubblica amministrazione.

Tra le novità, il numero delle azioni del nuovo Piano è limitato in quanto si è scelto di concentrarsi su impegni ancora più ambiziosi e significativi e ciascuna azione vede il coinvolgimento di più amministrazioni, in un’ottica di collaborazione strutturata che consenta di massimizzare gli impatti delle attività. Infine, nella definizione delle azioni, si è tenuto conto delle proposte presentate dalle organizzazioni della società civile nel corso della consultazione preliminare tenutasi durante la Settimana dell’amministrazione aperta (11-17 marzo 2019).

Il Piano è stato redatto dall’OGP Team costituito presso il Dipartimento della funzione pubblica che ha coordinato il lavoro delle amministrazioni coinvolte. Il documento è stato elaborato all’esito del confronto con i rappresentanti della società civile aderenti all’Open Government Forum, aperto alle organizzazioni della società civile attive sui temi dell’amministrazione aperta.

Attraverso la Consultazione pubblica, l’OGP Team vuole stimolare un confronto aperto e costruttivo, volto ad acquisire osservazioni da parte di cittadini, associazioni, imprese, pubblici dipendenti e, più in generale, tutti i soggetti interessati e coinvolti a vario titolo dalle Azioni previste dal Piano.

IL PREMIO OPENGOV CHAMPION

Il Premio OpenGov Champion è organizzato e promosso dal Dipartimento della Funzione Pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri, in collaborazione con l’Open Government Forum. 

Il Premio è occasione per dare visibilità e riconoscimento alle tante amministrazioni che si stanno impegnando in percorsi di valorizzazione dei temi propri del governo aperto. In coerenza con le richieste avanzate dalle organizzazioni della società civile, il Premio OpenGov Champion 2019 risponde alla finalità di diffondere la cultura dell’Open Government in un numero sempre maggiore di amministrazioni, promuovendo l’adozione di prassi virtuose in materia di trasparenza amministrativa, open data, partecipazione, accountability, cittadinanza e competenze digitali.

Possono partecipare al Premio le Amministrazioni centrali, periferiche e territoriali dello Stato, le aziende sanitarie, aziende ospedaliere ed altre amministrazioni pubbliche che operano nel campo sanitario, Comuni, Unioni di Comuni, Comunità Montane e altre forme associative comunali, le istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado, Regioni, Province e Città Metropolitane, Università, enti pubblici non economici e Camere di Commercio, Industria e Artigianato, enti pubblici economici, società partecipate e controllate dalle amministrazioni pubbliche.

Le iniziative promosse dai partecipanti dovranno presentare i caratteri di innovatività, replicabilità, rilevanza dei risultati raggiunti, coinvolgimento dei cittadini e delle organizzazioni della società civile, sostenibilità nel medio e lungo periodo ed efficienza nella realizzazione.

Entro il 30 giugno 2019 sarà effettuata la valutazione e sarà data comunicazione ai vincitori.
 

 

Articoli correlati