Sono iniziate mercoledì 24 aprile le riprese italiane del terzo film della saga dedicata ai Kingsman, gli agenti segreti britannici che fanno dell’essere gentleman il loro tratto distintivo. Tra le location che faranno da sfondo al nuovo capitolo Kingsman - The Outfit sulle origini dell’agenzia di servizi segreti ci saranno in primis il Castello di Racconigi, la Reggia di Venaria e il Palazzo Reale di Torino. Le scene in esterno toccheranno invece Lungo Po Diaz a Torino e il comune di Venaria, in via Andrea Mensa. Lo rende noto Italy for Movies, il portale nazionale delle location e degli incentivi alla produzione cinematografica e audiovisiva, lanciato nel 2017 dalle Direzioni Generali Cinema e Turismo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo - divenuto Ministero per i Beni e le Attività Culturali con D.L. n. 86 del 12/07/2018, convertito c.m. in L. 97/2018, che ha trasferito al Ministero delle Politiche Agricole e Forestali tutte le funzioni e le competenze in materia di Turismo - realizzato da Istituto Luce Cinecittà in collaborazione con l'associazione Italian Film Commissions.

Il film è prodotto da Marv Studios, supportato da Eagle Pictures nel ruolo di service per l’Italia ed è realizzato con il sostegno della Film Commission Torino Piemonte. Dopo un anno di trattative e diverse settimane di preparazione la troupe ha stabilito negli Studi Lumiq il quartier generale della produzione, anche grazie alla collaborazione della Rai e del Centro di Produzione di Torino. La squadra capitanata dal regista, sceneggiatore e produttore inglese Matthew Vaughn, coinvolgerà sul territorio 100 figure professionali locali e 1.400 figurazioni, tra cui 40 attori.

Una grande opportunità se si pensa che i due film precedenti, Kingsman – Secret Service (2014) e Kingsman – Il cerchio d’oro (2017) hanno avuto un successo mondiale, superando 800 milioni di dollari d’incasso. Questa volta il prequel prevede nel cast come protagonisti Ralph Fiennes, Rhys Ifans e Tom Hollander, che già promettono adrenalina e divertimento tra le stradine e i palazzi storici piemontesi.

 

Articoli correlati