La costruzione di cinte murarie attraversa tutte le fasi della storia della Toscana, a partire dall’epoca etrusca e romana: città e borghi murati, torri e castelli costellano il territorio caratterizzandone inconfondibilmente il paesaggio. Il Consiglio regionale della Toscana riconosce il valore storico e culturale di questo patrimonio architettonico sostenendo, grazie alla legge regionale 46/2016, un importante programma di interventi per recuperarlo alla fruibilità pubblica e dare vita a nuovi percorsi culturali. Il bando è rivolto ai Comuni toscani. Le domande devono pervenire entro il 21 giugno 2019.

Al fine di valorizzare il patrimonio storico e culturale della Toscana il bando disciplina le modalità di concessione ed erogazione di contributi una tantum per spese di investimento a favore dei Comuni toscani, che intendano realizzare interventi a sostegno della valorizzazione delle “mura storiche e degli edifici in esse inglobati o ad esse connessi, delle torri e dei castelli, mediante ripristino dell’accessibilità dei luoghi e la creazione di percorsi culturali”. Non sono ammissibili interventi volti al solo restauro delle “mura storiche”.

Approfondimenti

 

Articoli correlati