Sono stati annunciati i nomi degli autori selezionati dalle giurie nazionali per partecipare all’edizione 2019 del Premio dell’Unione europea per la letteratura. Tra i Paesi partecipanti di quest’anno c’è anche l’Italia (in giuria Barbara Hoepli, Annamaria Malato, Alessia Rastelli e Anna Rottensteiner).

Per il Belpaese sono stati selezionati:

  • Desy Icardi, L’annusatrice di libri, Roma: Fazi Editore, 2019
  • Giovanni Dozzini, E Baboucar guidava la fila, Roma: Minimum Fax, 2018
  • Raffaele Riba, La custodia dei cieli profondi, Roma: 66thand2nd, 2018
  • Stefano Zangrando, Fratello minore. Sorte, amori e pagine di Peter B., Cagliari: Arkadia Editore, 2018

Oltre all’Italia, gli altri Paesi che partecipano all’edizione 2019 del Premio sono: Austria, Finlandia, Francia, Georgia, Grecia, Ungheria, Irlanda, Lituania, Polonia, Romania, Slovacchia, Ucraina e Regno Unito.

IL PREMIO

Il premio dell'Unione europea per la letteratura è un'iniziativa annuale per il riconoscimento dei migliori autori emergenti in Europa. Avviato nel 2009 dalla Commissione europea, il premio è aperto ai 37 paesi aderenti al programma Europa Creativa a sostegno dei settori culturali e creativi. Il premio è organizzato da un consorzio costituito dalla Federazione europea dei librai, dal Consiglio degli scrittori europei e dalla Federazione degli editori europei.

GLI OBIETTIVI

Il premio si prefigge di: mettere in evidenza la creatività e la diversità della letteratura europea contemporanea promuovere una maggiore circolazione della letteratura europea contribuire alle vendite transfrontaliere di libri promuovere un maggiore interesse per l'edizione, la vendita e la lettura di opere letterarie straniere.

COME FUNZIONA?

Ogni anno, le giurie nazionali di un terzo dei paesi partecipanti al programma nominano i propri autori vincitori sotto la supervisione del consorzio: in questo modo, nell'arco di un triennio sono rappresentati tutti i paesi e tutte le aree linguistiche. La giuria seleziona quindi un candidato per ciascun paese partecipante, sulla base di requisiti stabiliti dalla Commissione europea. In particolare, i candidati devono: essere cittadini di uno dei 12 paesi selezionati avere pubblicato tra 2 e 4 opere letterarie avere pubblicato un'opera nominata nel corso dei cinque anni precedenti.

 

Articoli correlati