Con una lettera firmata da Italia Nostra Roma, dal Comitato Salviamo Villa Paolina di Mallinckrodt e da altri otto Comitati di Cittadini, è stato richiesto al ministro dei Beni culturali, Alberto Bonisoli, di intervenire “con la massima urgenza” per rendere operativi i Comitati di Settore Tecnico Scientifici del Ministero “affinché possano procedere quanto prima all’annullamento di quella Verifica di Interesse Culturale negativa che aveva permesso la vendita di Villa Paolina e la conseguente presentazione di un progetto per demolirla e sostituirla con un nuovo edificio”.

“Già a ottobre 2018 – si legge in un comunicato - Italia Nostra aveva dimostrato, con una Diffida presentata alla Soprintendenza, l’illegittimità della suddetta Verifica e ne chiedeva pertanto l’annullamento. La Soprintendenza, riconoscendo il contenuto della Diffida di Italia Nostra, ha ritenuto necessario rimettere la questione al parere dei Comitati Tecnico Scientifici del Minbact. Ma purtroppo, nonostante tutti i membri dei Comitati siano stati nominati o eletti da diversi mesi, ancora a tutt’oggi non sono stati resi operativi dal Ministro. Pertanto Villa Paolina rimane a rischio di demolizione”.

“Questo rischio si è oggi ulteriormente aggravato dal momento che l’impresa proprietaria-costruttrice, con l’intento si sbloccare la situazione a suo favore, ha recentemente presentato un nuovo progetto (un moderno e invasivo edificio di 5 piani con 36 appartamenti, più due interrati di garage), il quale non solo conserva le criticità architettoniche del primo progetto, ma prevede sempre la demolizione della villa”.

“Villa Paolina di Mallinckrodt è diventata da oltre un anno il Simbolo della tutela di tutti i Villini Storici di Roma e la sua demolizione sarebbe un segnale altamente negativo e distruttivo per la difesa delle Leggi che governano i Beni Culturali e della Bellezza della città storica di Roma. L’azione che si sta sollecitando al Ministro permetterà finalmente di mettere al sicuro Villa Paolina di Mallinckrodt dalla demolizione ma anche di dare un chiaro segnale di volontà di tutelare e salvare tutti i Villini Storici di Roma”.

“Tutti i Comitati hanno quindi richiesto di essere ricevuti dal Ministro per chiedere le ragioni per cui ancora ad oggi le salvaguardie per Villa Paolina di Mallinckrodt e per i Villini Storici siano tutte ancora bloccate, nonostante le promesse fatte da Ministero e Soprintendenza”.

 

Articoli correlati