Mercoledì 8 maggio 2019, presso la Sala Macchia della Biblioteca Nazionale Centrale di Roma, si terrà una doppia presentazione di libri: Management per l’impresa culturale di Ludovico Solima (Carocci Editore 2018) e Il patrimonio culturale tra memoria e futuro di Luca Dal Pozzolo (Editrice Bibliografica 2018).

Organizzato dalla Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali in collaborazione con la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma, il Ciclo Libri Aperti - Dialoghi sul Management Culturale vuole essere un momento di approfondimento di temi importanti legati alla gestione del patrimonio culturale, da condividere con una platea di ospiti e addetti ai lavori, oltre che con i partecipanti del Corso Scuola del Patrimonio 2018-2020. Vuole altresì essere un momento di apertura al pubblico interessato a questo settore e a tutti gli utenti della Biblioteca.

Dopo i saluti istituzionali di Andrea De Pasquale, Direttore della Biblioteca Nazionale Centrale di Roma, a introdurre e moderare l’incontro con gli autori ci sarà Carla Di Francesco, Direttore della Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali e già Segretario Generale MiBAC, con il prezioso intervento di Rosaria Mencarelli, Soprintendente Archeologia, Belle Arti e Paesaggio dell'Abruzzo.

Management per l’impresa culturale

Il libro Management per l’impresa culturale di Ludovico Solima fornisce una risposta a interrogativi importanti. Come può essere definita un'impresa culturale? Che cosa sono le industrie culturali e le imprese creative? E quali sono i principali problemi di gestione che affrontano organizzazioni quali musei, teatri, fondazioni liriche, archivi o biblioteche in un contesto altamente dinamico come quello attuale? Solima approfondisce temi quali il rapporto tra cultura e sviluppo territoriale, il ruolo dei siti Unesco e delle città capitali della cultura, l'evoluzione del concetto di distretto industriale. Si pone inoltre attenzione agli strumenti manageriali a disposizione delle imprese culturali, funzionali alla pianificazione strategica, allo sviluppo di azioni di audience development, alle attività di valutazione. Ampio spazio viene poi dedicato all'impatto delle nuove tecnologie sulla gestione dell'impresa culturale, considerando il ruolo dei social media, delle soluzioni di realtà virtuale e aumentata, del gaming, della stampa 3D nonché dei paradigmi tecnologici emergenti: Internet of Things, Big Data e Intelligenza Artificiale. Infine, vengono considerate le tematiche connesse al finanziamento delle imprese culturali, tra intervento pubblico e mecenatismo privato.

Il patrimonio culturale tra memoria e futuro

Il libro Il patrimonio culturale tra memoria e futuro di Luca Dal Pozzolo s'interroga sul senso del patrimonio materiale e immateriale, sulle motivazioni a investire per una conservazione e una valorizzazione che superino la retorica del richiamo a un dovere morale indiscutibile, per abbracciare - invece - una possibile e opportuna declinazione alla costruzione di futuri desiderabili e condivisi. Nel momento in cui una quotidianità invadente pare appiattire i processi storici di trasformazione insieme alle nervature di un futuro ancora da disegnare, il patrimonio culturale può svolgere una funzione di riattivazione della profondità della storia e rappresentare una risorsa preziosa per una visione culturalmente attrezzata delle traiettorie a venire. A patto che si eviti uno sguardo solo antiquario, che il patrimonio possa divenire un fuoco di convergenza per artisti, operatori della cultura, cittadini, ritrovando voce ed espressione nei linguaggi della contemporaneità, riconquistando una corrispondenza sentimentale nel corpo della società locale. La pubblicazione offre una riflessione non contingente sui temi dell'eredità culturale e si propone, inoltre, come contributo di Fondazione Fitzcarraldo al dibattito pubblico in occasione dell'Anno europeo del patrimonio culturale.

GLI AUTORI

Ludovico Solima è Professore associato di Economia e gestione delle imprese e docente di Management delle imprese culturali presso il Dipartimento di Economia dell’Università della Campania Luigi Vanvitelli. È docente di Economia e gestione delle imprese presso la Scuola di Specializzazione in Beni Storici e Artistici dell’Università di Macerata. È componente del CdA dell’Università degli Studi di Napoli L’Orientale e Consigliere scientifico dell’Ente Pio Monte della Misericordia, della Fondazione Valenzi nonché dell’Associazione Alessandro Scarlatti. Inoltre, è componente del Comitato di Direzione della rivista scientifica “Economia della Cultura” edita da Il Mulino. Da oltre venti anni svolge attività di coordinamento e partecipa alla realizzazione di studi teorici e ricerche sul campo, per conto di istituzioni pubbliche e private. È autore di oltre cento contributi scientifici su libri e riviste nazionali e internazionali.

Luca Dal Pozzolo è architetto, co-fondatore della Fondazione Fitzcarraldo e dal 1998 direttore dell'Osservatorio Culturale del Piemonte. Insegna nel corso di Laurea Specialistica presso la Facoltà di Economia di Bologna (Regional Cultural  Policies), è docente nel Master in Advanced Studies in Cultural Management di Lugano ed è responsabile di un modulo di Museografia in un Master di II livello al Politecnico di Torino. Ha coordinato la progettazione di numerosi musei e beni culturali tra i quali il Museo di Scienze Naturali di Torino, il Polo del ‘900 nei Quartieri Juvarriani, il Polo del Contemporaneo di Bari composto dal Mercato del Pesce e dal teatro Margherita, il progetto preliminare del Museo della Rocca di Spoleto, il progetto di valorizzazione del sito di Alba Fucens nella Marsica. Ha pubblicato numerosi libri e articoli sui temi dell’economia della cultura, dei musei e dei beni culturali, dell’intervento progettuale in contesti storici, e sui temi culturali connessi alle trasformazioni urbane.

 

Articoli correlati