“La sottosegretaria Borgonzoni farebbe bene a dimettersi. Le diversità di vedute tra lei e il ministro Bonisoli sulla presenza della casa editrice neofascista sono solo la punta dell’iceberg di una frattura ormai insanabile che sta bloccando l’azione del ministero. Al collegio romano è tutto bloccato dagli scontri interni alla maggioranza che stanno compromettendo e ritardando importanti...

Per visualizzare l'articolo integrale bisogna essere abbonati.

Per sottoscrivere un abbonamento contatta gli uffici commerciali all'indirizzo marketing@agcult.it.

Se invece vuoi ricevere settimanalmente una selezione delle notizie pubblicate da AgCult registrati alla Newsletter settimanale gratuita.
 

Articoli correlati