Dopo il successo delle passate edizioni, sabato 18 maggio 2019 si celebra la quarta edizione della Festa dei Musei, grande evento nazionale organizzato dal Ministero per i Beni culturali nel terzo fine settimana di maggio. Per l’occasione, i musei, i complessi monumentali, le aree e i parchi archeologici proporranno un ricco calendario di iniziative e attività aperte al pubblico.

Come tema di riflessione per la giornata, la Direzione generale Musei del Mibac condivide con ICOM Italia il tema della Giornata internazionale dei Musei “Musei come hub culturali: il futuro della tradizione”, traduzione italiana del tema proposto per la Conferenza generale di Kyoto 2019.

La sera molti istituti aderiranno alla quindicesima edizione della Notte Europea dei Musei, con tre ore di apertura straordinaria serale e ingresso al costo simbolico di 1 euro. L’iniziativa, patrocinata dal Consiglio d’Europa e da ICOM, coinvolge nella stessa sera 3.200 musei in 30 Paesi, con lo scopo di promuovere l’identità culturale europea in tutti gli Stati dell’Unione.

Gli hashtag ufficiali per seguire e raccontare la Festa dei Musei sui canali social sono: #FestadeiMusei2019 #NottedeiMusei #IMD2019 #MiBAC #museitaliani .

ADERIRE ALL’INIZIATIVA

La Direzione generale Musei, con circolare 19/2019, invita i musei e gli istituti a valenza museale statali  ad aderire all’iniziativa, “con gli orari di apertura ordinari e i consueti costi di ingresso”. Il ruolo di coordinamento territoriale sarà svolto dai Poli museali e, dove questi non siano presenti, dalle Soprintendenze archivistiche competenti.

Tutti gli eventi e le attività dovranno “necessariamente conciliarsi con le caratteristiche dei luoghi e con la legislazione vigente, anche in materia di diritto d’autore”. Il numero di visitatori ammessi alle attività dovrà essere valutato in base alla capienza del luogo in cui si svolge l'attività e non può in alcun modo superare il limite massimo di unità previsto dai piani di sicurezza. Nella circolare, si richiama “l’importanza di dare nelle iniziative programmate segni concreti di inclusione e di ampliamento dell’accessibilità, sia fisica che cognitiva e sensoriale”.

Con riferimento all’apertura serale, la circolare fa riferimento al Protocollo d’Intesa “Piano di valorizzazione 2019” sottoscritto lo scorso 8 maggio. Nel Piano, sono state infatti incluse le aperture serali straordinarie di tre ore per la Notte Europea dei Musei. Le istituzioni che potranno consentire lo svolgimento delle aperture serali straordinarie sono quelli considerati accessibili nelle ore notturne e dotati di idonea illuminazione. 

Tutte le iniziative dovranno essere incluse, per favorire una reale partecipazione, nel DBUnico e il programma delle attività dovrà essere comunicato attraverso i canali istituzionali e locali di riferimento, utilizzando le identità visive e gli hashtag istituzionali proposti. 

I musei e gli istituti a valenza museale non statali interessati a prendere parte all’iniziativa potranno contattare i Poli museali territorialmente competenti che valuteranno la possibilità di inserire le iniziative nel programma presentato online.

LA FESTA DEI MUSEI

Ogni anno dal 1977 ICOM organizza a livello mondiale la Giornata Internazionale dei Musei (International Museum Day – IMD), selezionando di volta in volta un tema specifico. ICOM promuove la Giornata Internazionale dei Musei come momento unico per la comunità museale mondiale. In questo giorno i Musei che partecipano all’iniziativa programmano eventi originali e attività connesse al tema prescelto e coinvolgono il proprio pubblico, evidenziando l’importanza del ruolo dei Musei come istituzioni al servizio della società e del suo sviluppo. Organizzati ogni anno attorno al 18 maggio, gli eventi e le attività programmate per celebrare questa ricorrenza possono durare un giorno, un weekend o un’intera settimana.

La partecipazione alla Giornata Internazionale dei Musei sta crescendo tra i musei di tutto il mondo. Nel 2018, più di 40.000 musei hanno partecipato all'evento in circa 158 paesi e territori.

IL TEMA DELL'EDIZIONE 2019

Il tema scelto per il 2019 - “Museums as Cultural Hubs: The future of tradition” - si focalizzerà sul ruolo dei musei nelle società di oggi. I musei continuano a reinventarsi diventando hub culturali che funzionano come piattaforme in cui la creatività si unisce alla conoscenza e dove i visitatori possono anche condividere e interagire.

Pur preservando le loro missioni primarie - raccolta, conservazione, comunicazione, ricerca, esposizione - i musei si stanno trasformando per rimanere più vicini alle comunità. Cercano modi innovativi per affrontare questioni sociali contemporanee. Agendo localmente, i musei si sforzando di affrontare le sfide della società di oggi in modo pro-attivo. In quanto istituzioni al centro della società, i musei hanno il potere di stabilire un dialogo tra culture, di costruire ponti per un mondo pacifico e di definire un futuro sostenibile.

 

Articoli correlati