"In qualità di deputati pugliesi in commissione Cultura abbiamo fortemente sostenuto il piano 'Cultura Futuro Urbano' voluto dal Mibac e dal ministro Alberto Bonisoli per rigenerare i territori in difficoltà e rivalutare le periferie attraverso una diversificazione e un potenziamento delle opportunità per accedere ad attività culturali e creative. Ci auguriamo ora che la Puglia colga questa opportunità". Così Paolo Lattanzio e Michele Nitti deputati M5S in commissione Cultura alla Camera. 

"Con uno stanziamento di 25 milioni fino al 2021 - spiegano i parlamentari pentastellati - sosteniamo progetti capaci di incrementare, attraverso la cultura, le opportunità di miglioramento sociale ed economico delle zone più fragili del nostro Paese. I progetti finanziati incrementeranno, miglioreranno e innoveranno i servizi e le funzioni culturali nelle scuole, nelle biblioteche dei quartieri periferici, anche attraverso il recupero delle opere pubbliche rimaste incompiute, offrendo ai cittadini dei quartieri più disagiati nuovi presidi culturali e nuovi spazi di incontro".

"Attualmente sono attivi due bandi: 'Scuola attiva cultura' e 'Biblioteca casa di quartiere'. I sindaci e i soggetti interessati, in particolar modo nella nostra regione, hanno il dovere di cogliere queste opportunità che spesso non vengono colte per disinteresse o incapacità, privando le nostre periferie e i nostri territori più difficili di importanti occasioni di rigenerazione e di crescita", aggiungono Lattanzio e Nitti. 

"A Bari la candidata sindaca del M5S, Elisabetta Pani, è ben consapevole dell'importanza che la cultura può avere nella crescita della città. Questo tema è infatti al centro del suo programma politico. La cultura è il motore per incentivare la crescita sociale, economica e urbanistica delle città, proseguono. Investire in cultura, soprattutto al Sud, significa risvegliare il capitale umano e creativo, riattivare i contesti disagiati e periferici delle città, creare spazi di aggregazione e percorsi di inclusione. Questo è quello che stiamo cercando di fare con la nostra azione politica al Governo" concludono Lattanzio e Nitti.

 

Articoli correlati