Tappa in Italia per il progetto europeo “Political Internships at Museums”. Lanciato nel 2018 da Nemo – la rete delle organizzazioni dei musei europei – il progetto “trasforma” i politici europei in stagisti per mezza giornata con l’obiettivo di mostrare loro l’importanza sociale dei musei e promuoverne la tutela. Venerdì 24 maggio si è svolto il secondo “tirocinio”: a partecipare ai Musei Reali di Torino è stato Luca Jahier, presidente del Comitato economico e sociale europeo. Eletto poco più di un anno fa, Jahier ha inserito la cultura tra le priorità della sua presidenza: proprio per questo Nemo lo ha invitato a partecipare al progetto.

Prima di entrare a far parte dello staff del museo e accompagnarlo nel suo lavoro quotidiano, il presidente del Cese è stato accolto da Enrica Pagella, direttrice dei Musei Reali di Torino, e da Margherita Sani, nel board di Nemo. “Obiettivo del progetto - spiega ad AgCult Sani - è offrire ai musei un’opportunità per far conoscere il valore del loro lavoro, creando con i politici ospitati un legame anche personale, e offrire ai politici la possibilità di vivere un’esperienza particolare che potrà essere loro utile per i dossier culturali su cui quotidianamente lavorano”. Tra le attività proposte a Jahier: la pulitura di una targhetta, la preparazione dell'imballaggio e del condition report di un quadro per un prestito, la preparazione dei materiali per un laboratorio didattico sull'uso della foglia d'oro, l'incontro con i volontari del museo.

Ogni stage è personalizzato in base al campo di lavoro e agli interessi del politico, che hanno così l’opportunità di vedere da vicino come si svolge il lavoro all’interno di un museo. A maggio 2018 si è svolto il primo “tirocinio” politico presso uno dei musei della rete Nemo. Julie Ward, eurodeputata e membro della Commissione Cultura del Parlamento europeo, svolse in quell’occasione il suo stage presso il Bonnefantenmuseum, museo d’arte antica e contemporanea di Maastricht, nei Paesi Bassi.

 

Articoli correlati