“Da Roma ancora non abbiamo novità, ma nemmeno si aspettavano”. Lo ha affermato ad AgCult il direttore degli Uffizi, Eike Schmidt, rispondendo a una domanda su una sua conferma alla guida del museo fiorentino a margine dell’inaugurazione dei nuovi ambienti dedicati alla Pittura del Cinquecento. “Oggi tutti ricordano Roberto Salvini (direttore degli Uffizi dal 1950 al 1956, ndr) come il direttore dell’allestimento di Giotto. Noi, come direttori dei musei, possiamo solo sperare di ‘vivere’ attraverso i nostri allestimenti. Solo la posterità potrà dire se avevamo successo o meno”.

 

Articoli correlati