Sabato 1 e domenica 2 giugno sarà possibile visitare in tutta Italia oltre 200 giardini, alcuni aperti in via eccezionale, nell’ambito della seconda edizione dell’iniziativa “Appuntamento in Giardino”. Promossa da APGI-Associazione Parchi e Giardini d’Italia, con il sostegno di Ales e il patrocinio del MiBAC e di ASVIS-Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, la manifestazione invita il grande pubblico a scoprire la sorprendente ricchezza storica, artistica, botanica e paesaggistica dei giardini italiani: dai grandi siti storici ai piccoli giardini privati. Una serie di incontri, eventi, letture e attività speciali come offerta culturale rivolta a tutta la famiglia.

La seconda edizione dell’iniziativa è stata presentata alla stampa questa mattina al Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Sono intervenuti: Giovanni Panebianco, Segretario Generale MiBAC; Mario De Simoni, Presidente e AD ALES Spa; Alberta Campitelli, Vice Presidente APGI; Patricia Navarra, Responsabile relazioni istituzionali Segretariato ASVIS; Livia Pediconi, Consigliere APGI per ADSI Associazione Dimore Storiche Italiane; Sofia Bosco, Responsabile rapporti istituzionali FAI Fondo Ambiente Italiano, Consigliere APGI; Sylvain Bellenger, Direttore Museo e Real Bosco di Capodimonte; Cinzia Sorlini, Responsabile Parco di Villa Trecci di Montepulciano; Ludovico Ortona, Presidente APGI. La conferenza è stata introdotta e moderata da Carolina Botti di Ales Spa, Consigliere APGI.

“E’ un’iniziativa di cui siamo orgogliosi, che vede l’interesse e il sostegno di tutta la comunità dei beni culturali. L’attenzione e il coinvolgimento degli uffici del ministero è andata giustamente crescendo e la nostra intenzione è consolidare ancora di più in futuro questa linea di tendenza”, ha sottolineato il Segretario generale del Mibac, Giovanni Panebianco. “Citando Leonardo, ‘Sappiamo più sul mondo dei corpi celesti che non sul mondo che ci sta sotto i piedi’. Questa potrebbe essere l’occasione per far conoscere meglio questo mondo su cui camminiamo e che dovremmo cercare di rispettare, tutelare e conoscere al meglio”.

“L’Italia – ha aggiunto De Simoni - negli anni passati forse ha dimostrato disattenzione verso il tema, e le parole del Segretario generale confortano tutti quanti insistono su questo settore. Ed è uno dei motivi per cui Ales, su impulso del Mibac, sostiene con grande convinzione le attività di Apgi. Il ruolo di Ales come sostegno si estrinseca non solo come socio fondatore dell’Associazione, ma anche in un’opera costante di affiancamento e di coordinamento dei vari progetti, tutti tesi alla valorizzazione e alla formazione. Credo che questa sinergia costituisca uno strumento molto utile per sviluppare ancora più in futuro questi ragionamenti”.

“Nel 2019 abbiamo quasi raddoppiato il numero di giardini che parteciperanno all’iniziativa”, ha sottolineato Ortona. “Sono molto orgoglioso che APGI stia svolgendo un ruolo chiave di sensibilizzazione delle istituzioni e dei cittadini -affinché questo incredibile patrimonio verde costituito dai parchi e giardini sia tutelato, valorizzato e vissuto. Voglio ringraziare il Segretario generale del Mibac, che ha parlato di ulteriori spazi di collaborazione con l’Apgi, e Ales per il suo affiancamento. L’auspicio è che questa collaborazione possa intensificarsi ancora di più nei prossimi anni”.

L'INIZIATIVA

Quest’anno la manifestazione si terrà in coincidenza con la Settimana Europea dello Sviluppo Sostenibile (ESDW – European Sustainable Development Week), in programma dal 30 maggio al 5 giugno 2019. Le due giornate di Appuntamento in Giardino sono inserite anche nel programma del Festival dello Sviluppo Sostenibile di ASVIS. L’apertura dei giardini – per loro stessa natura piccoli ecosistemi, nonché precisi ‘sensori’ dei cambiamenti ambientali - sarà quindi anche una preziosa occasione per sensibilizzare i visitatori sui temi dell’ambiente e della sostenibilità.

Rispetto alla prima edizione dell’iniziativa, le adesioni dei giardini sono aumentate di circa il 60%, e la partecipazione ha interessato pressoché tutte le regioni.

Nel 45% dei casi si tratta di aperture straordinarie: giardini normalmente non aperti al pubblico o aperti solo in occasioni particolari. In alcuni casi si potranno visitare parti del giardino normalmente chiuse: a Caprarola il giardino d'estate; a Genova sarà eccezionalmente aperto il Giardino segreto di Palazzo Reale con le sale adiacenti. Parteciperanno all’iniziativa anche alcuni importanti siti Unesco, come Villa D’Este, la Reggia di Caserta e i giardini delle Ville Medicee di Castello, Petraia, Pratolino e Cerreto Guidi.

Ampia la partecipazione di Dimore storiche private, che apriranno i propri prestigiosi giardini, come ad esempio Villa Tiepolo Passi in Veneto, Villa Imperiale nelle Marche o la Villa Reale di Marlia in Lucchesia. In molti casi saranno gli stessi proprietari o direttori ad accogliere i visitatori, per raccontare la storia del giardino e l’impegno quotidiano necessario a garantirne la sopravvivenza: sarà così, ad esempio, nel giardino della Minerva a Salerno, alla Kolymbethra (FAI) in Sicilia, o al giardino Portoghesi- Massobrio a Calcata, dove sarà lo stesso architetto Paolo Portoghesi a raccontare i principi ispiratori del suo giardino. Numerosi anche gli Orti Botanici: Palermo, Catania, Roma, Genova, Torino e alcuni giardini botanici alpini.

Moltissime le attività speciali proposte per questo evento: alle tradizionali visite guidate si aggiungono laboratori, degustazioni, yoga e momenti musicali, come ad esempio presso il Castello Galli Della Loggia in Piemonte, dove è previsto un concerto d’archi. Numerosi anche i percorsi sensoriali, come quello programmato a Villa Carlotta sul Lago di Como, che offrirà l'opportunità di scoprire gli alberi monumentali presenti nel giardino. Interessanti infine alcune visite serali straordinarie: l'orto Botanico Pellegrini Ansaldo delle Alpi Apuane propone una visita notturna alla scoperta delle orchidee spontanee; villa Annoni a Cuggiono (MI) e la Casa nel Bosco hanno programmato visite serali con "lucciolata".

Ampia anche la varietà dei giardini: parteciperanno ad esempio il giardino bioenergetico di Villa Boffo a Biella, pensato per accogliere e stimolare coloro che hanno problemi cognitivi, e la "Fabbrica giardino" di Prada in Toscana, nella quale il verde mitiga il volume dell’edificio, ne accresce l’integrazione con il paesaggio e rende l’ambiente lavorativo piacevole e sereno.

Grande protagonista il tema della sostenibilità, oggetto di lezioni e conversazioni in molti giardini, come nel Parco di Villa Trecci: un giardino contemporaneo costruito in rapporto armonico con il paesaggio e pensato per essere sostenibile: uno spazio in cui il fabbisogno idrico è ridotto al minimo.

Aderisce all'iniziativa anche Anime Verdi, la manifestazione che a Padova renderà accessibili, in alcuni casi per la prima volta, 31 giardini del centro storico, per sollecitare cittadini e turisti a scoprire il patrimonio verde della città.

Una novità dell’edizione 2019 è il contest fotografico lanciato su Instagram, dal titolo: Il Giardino si racconta: immagini di un universo verde. Il contest, a cui si partecipa con l’hashtag #appuntamentoingiardino, ha l’obiettivo di costruire un racconto per immagini delle due giornate. Saranno protagonisti la bellezza della natura e dei giardini e le numerose attività proposte.

 

Articoli correlati