“Voglio vederci chiaro sulle concessioni di beni immobili del patrimonio culturale dello Stato affidati a privati con un bando pubblico che risale al 28 ottobre 2016. Lo stesso bando pubblico che ha consentito all'associazione Dignitatis Humanae Institute di ottenere in uso la Certosa di Trisulti”. Lo scrive su Facebook il ministro dei Beni culturali, Alberto Bonisoli.

“Tre giorni fa ho revocato alla Dhi la concessione, perché dopo due ispezioni abbiamo riscontrato gravi criticità, confermate dall'Avvocatura dello Stato. Il lavoro paga sempre, più di annunci, slogan o dichiarazioni di intenti e il caso della Certosa lo dimostra. Ora mi sembra doveroso andare a fondo e passare al setaccio le procedure sulle altre concessioni. I beni dello Stato appartengono a tutti noi, sono di proprietà dei cittadini, che hanno diritto di sapere come vengono affidati, con quali criteri e da chi”, ha concluso Bonisoli.

 

Articoli correlati