“In seguito a un progetto presentato nell’ambito del bando periferie approvato dal Governo nel 2016 è partita la ristrutturazione dei magazzini del Teatro dell’Opera siti in via dei Larici al quartiere Quarticciolo. Si è appreso dalle dichiarazioni, in commissione capitolina cultura di Roma, di Carlo Fuortes, che è sovrintendente del Teatro che: ‘L’intervento riguarderà due degli ex capannoni (....) in uno di questi saranno trasferiti i costumi che al momento si trovano in un edificio in via dei Cerchi’”. Lo ricorda il deputato Federico Mollicone (Fdi) in un’interrogazione indirizzata al Mibac.

“Va considerata - spiega - l’importanza storica del magazzino di via dei Cerchi che si trova accanto al Bocca della verità; in via dei Cerchi dagli anni ’30 il Teatro dell’Opera di Roma crea e produce le scenografie degli allestimenti e conserva sessantamila costumi che hanno indossato i più grandi artisti della lirica e del balletto; la struttura è realizzata dall’architetto Busiri Vici e nei sotterranei nasconde un gioiello: un bassorilievo dedicato al dio Mitra”.

Per queste ragioni, Mollicone interroga il Collegio Romano per sapere se il ministro “stia vigilando, per quanto di competenza, sull’operazione e se questa comporti l’ipotesi dell’alienazione dello storico stabile invece della sua valorizzazione come museo esperienziale dell’Opera, come era stato più volte ipotizzato da progetti comunali”.

 

Articoli correlati