La presenza dell’uomo sulla Terra è finalizzata a lasciare dei segni. È in questa visione, pensata dall’ideatore e direttore artistico Emanuele Cappelli, che il RUFA Contest 2019, nello scenario d’eccezione del Teatro Brancaccio, si è celebrato, consentendo il trionfo della Divina estetica, tema principale dell’evento. L’obiettivo della kermesse è chiaro e consolidato: innalzare i...

Per visualizzare l'articolo integrale bisogna essere abbonati.

Per sottoscrivere un abbonamento contatta gli uffici commerciali all'indirizzo marketing@agcult.it.

Se invece vuoi ricevere settimanalmente una selezione delle notizie pubblicate da AgCult registrati alla Newsletter settimanale gratuita.
 

Articoli correlati