Il Mibac ha revocato il bando per la selezione di un’associazione di volontariato per svolgere attività di supporto nell’archiviazione e digitalizzazione documentale alla Biblioteca Angelica. La richiesta è arrivata dalla stessa direttrice della biblioteca di piazza Sant’Agostino, Simonetta Bonito. Il bando, che sarebbe dovuto scadere il 30 luglio prossimo, era rivolto alle associazioni di volontariato senza scopo di lucro. Le attività oggetto della selezione erano - come detto - l’archiviazione e la digitalizzazione documentale, con particolare riferimento al Fondo geografico della Biblioteca. La revoca del bando dell'Angelica destinato alle associazioni di volontariato arriva dopo la firma dell'atto di indirizzo sul tema emanato dal ministro dei Beni culturali, Alberto Bonisoli.

L’ATTO DI INDIRIZZO DI BONISOLI

Il tema dell’utilizzo dei volontari per attività che possono finire per sovrapporsi a quelle che dovrebbero essere svolte da personale dipendente è certamente molto caldo. Tanto che il ministro dei Beni culturali ha firmato pochi giorni fa un atto di indirizzo (“a tutela dei volontari e in armonia con le disposizioni vigenti del Codice del Terzo Settore”, ha spiegato) con l’obiettivo di regolare le attività delle associazioni di volontariato che operano con gli istituti del Mibac. Parallelamente, il ministro ha disposto un’“immediata verifica” di tutti i bandi pendenti relativi alla selezione di associazioni di volontariato, “con contestuale revoca qualora non rispondenti all’atto di indirizzo”.

In particolare, Bonisoli ha voluto mettere nero su bianco che l’individuazione degli enti del Terzo settore con cui attivare convenzioni deve rispettare i principi di trasparenza, imparzialità, partecipazione e parità di trattamento e le convenzioni devono essere sottoscritte in conformità alle disposizioni contenute nel Codice del Terzo settore. Inoltre, l’attività di volontariato non può essere retribuita in alcun modo nemmeno dal beneficiario. Infine, l’eventuale rimborso spese è disciplinato dal Codice del terzo settore e l’entità del rimborso non può essere ancorata a parametri temporali collegati alla prestazione svolta ed erogata dalla singola Associazioni.

IL BANDO

Il bando della Biblioteca Angelica prevedeva la stipula di una convenzione, della durata massima di 4 mesi eventualmente rinnovabile, con un’associazione di volontariato. Era previsto un contributo a titolo di rimborso spese, per un importo lordo non superiore a 25 euro al giorno, per ciascun volontario impiegato. La presenza giornaliera sarebbe dovuta essere della durata di cinque giorni per un massimo di cinque giorni settimanali. Con un impiego massimo di 7 volontari. 

IL RUOLO DEI VOLONTARI E I RIMBORSI

L'atto di indirizzo del ministro stabilisce il “mero ruolo di supporto del volontariato all’attività istituzionale del personale interno al Ministero”. Questo al fine di favorire “la più ampia partecipazione alle attività di valorizzazione del patrimonio” e senza che questo comporti “alcun vincolo di subordinazione o di retribuzione collegabile alla disciplina delle mansioni o all’orario di lavoro”. 

Riguardo a questo ultimo punto, l’atto di indirizzo riprende quanto stabilito dallo stesso Codice del Terzo Settore all’articolo 17, comma 3. Secondo il Codice, l’attività di volontariato “non può essere retribuita in alcun modo nemmeno dal beneficiario”. Le uniche spese rimborsabili da parte dell’ente presso cui il volontario presta servizio sono quelle “effettivamente sostenute e documentate per l’attività prestata”. Tutto ciò entro i limiti stabiliti dalla stessa normativa: 10 euro giornalieri e 150 euro mensili. Vietati rimborsi spese di tipo forfetario.

L’entità del rimborso, continua l’atto di indirizzo, non deve in alcun modo essere parametrata alla durata della prestazione svolta ed erogata dalla singola associazione. L’attività dei volontari non deve comunque intendersi come sostitutiva delle prestazioni svolte dal personale dipendente del Ministero. Beneficiando del volontariato, l’amministrazione di riferimento fornisce allo stesso preparazione e formazione.

 

Articoli correlati