E’ stata approvata a larga maggioranza dal Consiglio del II Municipio la proposta di risoluzione sul “Piano Paesistico Regionale e Legge sulla Rigenerazione Urbana: le ricadute su Roma e l’impegno del Municipio”. Dopo aver riconosciuto l’importanza del lavoro costante e certosino dei Comitati e di Italia Nostra, Valentina Caracciolo, presidente della Commissione Lavori Pubblici e Urbanistica del 2 Municipio ha lanciato l’ennesimo allarme sottolineando il pericolo che edifici antichi, con importanza e valore per l’identità e la fisionomia del quartiere, vengano demoliti per fare spazio a interventi moderni, l’uno fotocopia dell’altro.

Una particolare attenzione è stata data alla situazione di Villa Paolina di Mallinckrodt in Largo XXI Aprile, per cui è stata presentata una nuova richiesta di permesso a costruire per demolizione e ricostruzione di un edificio completamente avulso dal contesto architettonico. É stata data la parola alla presidente del Comitato Salviamo Villa Paolina, Cristina Rinaldi, che ha presentato una nota con gli ultimi aggiornamenti dei fatti e ha richiesto alla Presidente del II Municipio di invitare il Comune a sospendere tutti gli atti concessori riguardanti Villa Paolina di Mallinckrodt nelle more di una serie di vincoli e di tutele che sono in itinere e il cui iter deve essere ancora completato.

Il Consiglio del Municipio II a larga maggioranza (15 a favore , 2 astenuti) ha quindi impegnato la Presidente e l’assessore competente a:

  • Avviare l’interlocuzione con la Regione Lazio affinché sia possibile prevedere all’interno del PTPR una specifica norma di dettaglio per la tutela del tessuto della città storica di Roma;
  • Portare avanti l’azione di pressione per la modifica dell’art. 6 della legge sulla Rigenerazione urbana;
  • Confermare la propria contrarietà alla demolizione di Villa Paolina e degli altri villini soggetti a pdc per demolizione e ricostruzione;
  • Sostenere la battaglia del Comitato Villa Paolina e Italia Nostra affinché siano predisposte specifiche tutele sul patrimonio storico-urbanistico della città di Roma, sia aggiornata la Carta della Qualità e siano predisposte misure incentivanti per applicare la rigenerazione urbana nelle aree più realmente bisognose di interventi di riqualificazione. In particolare, il Municipio sostiene la richiesta del Comitato Salviamo Villa Paolina affinché Villa Paolina sia inserita nella Carta della Qualità.

Il Comitato Salviamo Villa Paolina esprime una grande soddisfazione nel constatare la netta e sincera preoccupazione di tutti (o quasi) i consiglieri del II Municipio per la possibile demolizione di Villa Paolina oltre che degli altri villini storici, per la conseguente perdita dell’identità storica e urbanistica della citta storica di Roma. Apprezza la loro ferma volontà di agire presso la Regione per cercare di cambiare al più presto la normativa regionale richiamata e presso il Comune per aggiornare al più presto la Carta della Qualità, inserendo anche Villa Paolina.

FLASH MOB PER VILLA PAOLINA

Negli scorsi giorni un gruppo di comitati e residenti di quartiere ha organizzato un flash mob per chiedere nuovamente la salvaguardia di Villa Paolina. “Villa Paolina – ha spiegato la Rinaldi - è in un mare di guai, nessuno si muove, il meccanismo di tutela è paralizzato e i Comitati di quartiere sono alla mercé di funzionari che neanche li ascoltano. Noi pretendiamo che villa paolina, simbolo della lotta contro la demolizione dei villini storici di Roma, sia tutelata e salvata dalla demolizione! Noi ci auguriamo infine che i Comitati ministeriali, chiamati per la prima volta a decidere sulla sua tutela, si esprimano correttamente, ma nel frattempo il Comune deve bloccare il rilascio del PdC.

IN CAMPO ANCHE IL SINDACATO DEI GIORNALISTI ITALIANI

A difesa di Villa Paolina scende in campo anche il sindacato dei giornalisti romani. Giovedì 13 giugno alle 11,30 presso la sede di Stampa Romana (Piazza della Torretta, 36), si terrà l’incontro “Villa Paolina Mallinckrodt senza tutela, i villini del ‘900 di Roma a rischio demolizione”. Sono previsti interventi di: Cristina Rinaldi per il Comitato Salviamo Villa Paolina, M.Cristina Lattanzi e Vanna Mannucci per Italia Nostra Roma. Aprirà i lavori il segretario di Stampa Romana Lazzaro Pappagallo. Modera Viviana D’Isa (Cittadinanzattiva). Interverranno, inoltre: Vittorio Emiliani, giornalista, scrittore. Enzo Scandurra, urbanista Università La Sapienza di Roma.

 

Articoli correlati