Il progetto pilota “Finanza, apprendimento, innovazione e brevetti per le industrie culturali e creative (FLIP per ICC)”, lanciato dall’Unione europea lo scorso anno, passa alla fase 2 con un bando da un milione di euro. L’obiettivo del progetto è definire e testare politiche e azioni per sostenere e sviluppare industrie culturali e creative generando benefici intersettoriali nelle diverse aree e settori con cui le imprese culturali e creative si interfacciano.

Il progetto pilota riguarda, in particolare, i seguenti aspetti rivolti alle imprese: finanza, apprendimento, innovazione e brevetti. Poiché le aree 1 (Finanza) e 4 (Brevetti) sono già state ampiamente trattate nella prima fase, questa seconda fase del progetto pilota si concentrerà sulle aree 2 (Apprendimento) e 3 (Innovazione). L’obiettivo principale del progetto FLIP per ICC-2 è quello di esplorare attività che mirano a colmare il divario tra l’educazione al patrimonio culturale e lo sviluppo delle competenze da un lato, e il mercato del lavoro dall’altro. Si mira, inoltre, a incoraggiare i collegamenti tra industrie culturali e “luoghi terzi” come hub creativi, spazi di produzione, centri culturali.

Lo scopo è selezionare un’organizzazione che coordinerà e organizzerà diverse attività con professionisti e imprenditori culturali e creativi, in particolare le PMI e le microimprese, e altre parti interessate. Il bando scade il 12 agosto. La durata del progetto è di 28 mesi e dovrebbe iniziare all’inizio del 2020.

Approfondimenti

 

Articoli correlati