“Si dice sempre che la Pubblica amministrazione sia una casta che ozia e indugia. Si tratta di un’accusa da respingere con decisione. Lo dimostra il lavoro serrato degli ultimi mesi svolto dagli uffici del Mibac preposti al varo del decreto sugli elenchi professionali”. Lo ha detto Francesco Scoppola, direttore della Dg Educazione del Mibac, intervenuto al convegno “La Legge 110 e gli archeologi: applicazione e prospettive” che si è tenuto nella Sala Isma del Senato. “Purtroppo in Italia si esagera con la ricerca del colpevole – ha sottolineato Scoppola -. Siamo ossessionati che sia pubblico e che vada destabilizzato lo Stato, impoverendolo, denigrandolo, rendendolo inattivo e poi affidando ai settori più sguarniti i compiti più delicati”. 

 

Articoli correlati