Il patrimonio culturale italiano è diffuso capillarmente in tutto il territorio: un Comune su tre (2.371 totali) ospita almeno una struttura museale; sono presenti 1,6 musei o istituti similari ogni 100 km quadrati e uno ogni 12 mila abitanti. Il 63% degli istituti museali (2 su 3) è di proprietà pubblica, fra questi, il 42,3% (2.067) appartiene ai Comuni. Ma non è così per il numero di visitatori: metà del totale dei visitatori si concentra in 6 province, mentre metà dell’intero patrimonio è distribuito in 27 province. Seppure in media si possono calcolare 27mila i visitatori l’anno per ogni museo, in realtà ben il 28,7% non ne registra più di mille visitatori all’anno. E’ quanto risulta da un’indagine fatta realizzare dai promotori della seconda Conferenza Nazionale dell’Impresa Culturale che, attraverso l’analisi di microdati ha prodotto una mappatura territoriale dell’Italia dalla quale emergono diversi elementi di riflessione, a partire proprio dal fatto che non esiste correlazione diretta tra presenza di patrimonio, attrattività e sviluppo territoriale.

 

Articoli correlati