"18app è uno dei punti contenuti nel protocollo d'intesa firmato oggi pomeriggio tra Mibac e Guardia di Finanza. Stiamo registrando un numero crescente di frodi, soprattutto sui social, quasi sempre alla luce del sole. Voglio ricordare ai ragazzi che usufruiscono dei 500 euro da spendere in beni legati alla cultura che il bonus non è vendibile ma strettamente personale. Non è ammessa alcuna compravendita". Lo scrive su Facebook il ministro dei Beni culturali, Alberto Bonisoli. "Agli esercenti, invece, voglio ricordare che i beni acquistabili con il bonus sono elencati in maniera precisa e non è ammessa alcuna deroga. Questo deve essere chiaro a tutti. Stiamo parlando di soldi pubblici che vengono erogati per offrire prodotti culturali ai diciottenni, senza altri scopi. Grazie al nuovo Protocollo con il Mibac, l'azione della Guardia di Finanza sarà ancor più incisiva. Aumenteranno quindi i controlli per smascherare chi commette reati in questo campo". 

 

Articoli correlati