“Mi fa paura l’ipotesi che in futuro si possa assistere a uno sfilarsi del ruolo pubblico a favore di dinamiche di impresa. Il nostro Paese, infatti, per la sua storia e il tessuto industriale non può aspirare a diventare i nuovi Stati Uniti d’America dove la promozione culturale poggia su fondazioni di diritto privato. Però mi piacerebbe che in Italia il ruolo delle fondazioni fosse messo...

Per visualizzare l'articolo integrale bisogna essere abbonati.

Per sottoscrivere un abbonamento contatta gli uffici commerciali all'indirizzo marketing@agcult.it.

Se invece vuoi ricevere settimanalmente una selezione delle notizie pubblicate da AgCult registrati alla Newsletter settimanale gratuita.
 

Articoli correlati