Ph. Tolo News

Un’antica torre risalente a 2000 anni fa nella storica città afghana di Ghazni è crollata l’11 giugno. Lo riferisce la Reuters citando funzionari locali, “preoccupati della vulnerabilità del patrimonio culturale del paese e della capacità del governo di proteggerlo”. Un breve video pubblicato sui social media dall’emittente Tolo News mostra la torre che si sta sgretolando. Secondo i funzionari di Ghazni la torre sarebbe crollata dopo forti piogge, ma in molti puntano il dito contro la negligenza del governo.

A tower in the ancient Ghaznain Fort in Ghazni’s old city collapsed on Tuesday. The fort had 32 towers, most of which have collapsed over the past few years due to “inattention” by relevant government departments. pic.twitter.com/fvo9ntb3Vo

— TOLOnews (@TOLOnews) 11 giugno 2019

LE TORRI DI GHAZNI

“Il governo non ha prestato attenzione ai siti e non ha costruito canali per deviare l’acqua”, ha detto Ghulam Sakhi, che vive vicino alla cittadella. Decine sono le torri già crollate negli ultimi anni a causa di guerre, forti piogge e abbandono: secondo alcuni funzionari locali altre sarebbero sull’orlo del collasso. Ghazni ospita una serie di reperti archeologici, alcuni dei quali risalgono al periodo pre-islamico. La città è stata designata Capitale della cultura islamica nel 2013 dall'Organizzazione islamica per l'educazione, le scienze e la cultura, organismo sostenuto dall’UNESCO con sede in Marocco.

PATRIMONIO A RISCHIO

Ghazni è uno dei tanti siti storici afghani che hanno urgente bisogno di protezione, tra cui spicca il Minareto di Jam, patrimonio Unesco a rischio erosione. Altro simbolo del Paese erano i Buddha di Bamyan, due enormi statue scolpite nella pietra a 200 chilometri da Kabul, distrutte con la dinamite dai talebani nel 2001.

 

Articoli correlati