Il museo del Vittoriano diventerà autonomo visitabile gratuitamente in quanto "museo dell'identità nazionale". Lo ha annunciato il ministro dei Beni culturali, Alberto Bonisoli, nel corso della conferenza di presentazione del nuovo progetto di valorizzazione che interesserà il monumento e i suoi percorsi espositivi, con un particolare rilievo per la mostra, inaugurata oggi (e visitata in anteprima dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella) sul 'Lessico italiano', che racconta il nostro Paese non attraverso la storia, ma partendo appunto dalla lingua.

"Il Vittoriano - ha spiegato il ministro - diventerà un museo autonomo staccandosi dal Polo museale del Lazio. Avrà un comitato scientifico composto da qualcuno che ci metterà tutta la passione e ci indirizzerà per le mostre. Sarà completamente gratuito perché se vogliamo che questo museo rappresenti la nostra identità, deve essere qualcosa di più inclusivo possibile". Il taglio che avrà il museo, ha aggiunto Bonisoli, è "un taglio alto, istituzionale in cui il paese si deve rappresentare".

Alla domanda su come questa scelta impatterà sulla riforma che il Ministero sta mettendo a punto e su come verrà scelto il nuovo direttore, Bonisoli ha spiegato che "il vero tema non è come sarà scelto ma quale tipo di direttore si sceglierà. Stiamo parlando di museo identitario, toralmente gratuito e dobbiamo ragionare molto bene sul tipo di uomo/donna che vorrà fare questo lavoro con noi". Il ministro ha spiegato di non aver "ancora pensato se tramite concorso internazionale o italiano. A volte per essere raccontati al meglio sarebbe più opportuno chiamare qualcuno che non sia a te vicino". In ogni caso, qualsiasi scelta porta a una ulteriore riflessione perché stiamo trattando di una materia specifica rispetto ad altri musei tradizionali".

 

Articoli correlati