Si svolgerà mercoledì 24 giugno dalle 17 presso Palazzo Merulana il Terzo incontro del Forum con cittadini e istituzioni sullo stato di avanzamento della ricerca-azione avviata nel 2018. Nato su proposta del “Gruppo di Lavoro via Giolitti, il progetto “Esquilino chiama Roma” mira infatti a rafforzare la collaborazione tra soggetti istituzionali, cittadinanza attiva, operatori economici e culturali presenti nel territorio. Questo può avvenire solo attraverso una conoscenza integrata e partecipata del Rione, riconoscendo nel patrimonio culturale (immateriale e materiale) un bene comune. 

In tal senso il 24 verrà presentata la Convenzione ufficializzata presso il Municipio Roma I Centro con l’associazione Piazza Vittorio APS, quale soggetto proponente, e gli altri aderenti Museo Nazionale Romano, Ordine degli Architetti di Roma, Università La Sapienza, Università Roma Tre e l’associazione Urban@it. Si darà poi conto dei primi esiti del lavoro condotto su Piazza Vittorio e sulle possibilità di proseguirlo con riferimento a potenzialità e problematiche proprie dell'Esquilino. Ricordiamo infatti che nello specifico "Esquilino chiama Roma" si propone di produrre in modo integrato e partecipato un progetto di rigenerazione urbana, culturale e sociale del Rione all’interno del piano di gestione del sito UNESCO “Centro storico di Roma”. Perché non si può abitare né governare un sito…. se non lo si comprende insieme!

PROGRAMMA

ore 17:00 - Registrazione dei partecipanti
ore 17:15 - Saluti di benvenuto: Palazzo Merulana - Coordina i lavori Gennaro Berger, Introduce Pietro Petraroia

“ESQUILINO CHIAMA ROMA”: I SOGGETTI ISTITUZIONALI DELLA CONVENZIONE
Sabrina Alfonsi, Presidente del Municipio I Roma Centro
Vincenzo Di Berardino, Piazza Vittorio APS

ESQUILINO, PATRIMONIO DELL’UMANITA’
Maria Vittoria Marini Clarelli, Sovrintendente Capitolina ai Beni culturali

L’AVVIO DELLA RICERCA-AZIONE E LE PROSPETTIVE DI LAVORO
Simona Salvo, Competenze e contesto
Luca Reale, Un rione in trasformazione
Andrea Grimaldi, Il focus su piazza Vittorio
Daniela De Leo, Possibili direzioni di lavoro

DIBATTITO E CONCLUSIONI

 

Articoli correlati