Foto da www.governo.it/

Dal rafforzamento della viabilità provinciale alla realizzazione di infrastrutture, al servizio del turismo; dal potenziamento dei collegamenti con le isole alla valorizzazione di un’importante parte del patrimonio museale e culturale, fino allo sviluppo dell’industria farmaceutica e sanitaria. Questi i principali ambiti di intervento del primo gruppo di progetti, con i quali viene concretamente avviato il Contratto istituzionale di Sviluppo per la Capitanata, fortemente voluto dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

“Abbiamo dato il via libera al primo gruppo di 43 progetti immediatamente realizzabili del Cis per la Capitanata, avviati con i 280 milioni di euro già deliberati dal Cipe e che attiveranno investimenti per 534 milioni di euro", ha dichiarato il premier a conclusione della quarta riunione del Tavolo Istituzionale che si è svolto a Palazzo Chigi. "Si tratta di un gran risultato, raggiunto dopo solo sei mesi dal mio primo incontro a Foggia, che premia il proficuo lavoro di squadra portato avanti da tutti i soggetti coinvolti”.

La provincia di Foggia, quindici comuni, quattro grandi imprese, tre associazioni sono tra i proponenti degli interventi, con cui accelerare lo sviluppo della Capitanata. “All’esito del confronto - ha aggiunto il Presidente Conte - abbiamo concordato di approfondire ulteriori interventi a potenziamento della sanità pubblica, della viabilità provinciale, nonché interventi di bonifica in aree circostanti del Comune di Foggia. Inoltre, è stata anticipata l’idea di sottoscrivere un protocollo di intesa, in modo da rafforzare i presidi di legalità a tutela della realizzazione dei progetti approvati”.

Il Tavolo, presieduto dal Presidente Conte, è composto dai rappresentanti di 12 istituzioni, ovvero i Ministri per il sud, dello Sviluppo economico, dell’Ambiente, delle Infrastrutture e trasporti, della Difesa, dei Beni e delle attività culturali, delle Politiche agricole e del turismo, dell’Interno; la Regione Puglia, la Provincia di Foggia, il Comune di Foggia; Invitalia, che è il soggetto attuatore del Contratto. I prossimi passi saranno la concreta sottoscrizione del Cis e l’avvio degli interventi previsto per le prossime settimane.

“Grazie a questi investimenti - ha spiegato il Presidente del Consiglio - le isole Tremiti avranno così un collegamento stabile con la Penisola; alcune grandi imprese investiranno in Capitanata; verrà realizzato un piccolo museo sulle fiabe; si realizzeranno interventi di miglioramento delle infrastrutture idriche; saranno realizzati poli di riabilitazione tecnologica e robotizzata; verrà migliorata la viabilità a servizio del distretto turistico del Gargano e recuperata una fortezza svevo angioina. Nelle prossime settimane, a dimostrazione di un impegno straordinario, sia dal punto di vista metodologico sia di dotazione finanziaria, e con il contributo del soggetto attuatore Invitalia, verrà avviato anche il Cis dedicato al Molise, le cui risorse sono già state assegnate dal Cipe, e poco dopo quelli per la Basilicata e la provincia di Cagliari”.

 

Articoli correlati