Grazie ai risultati di questi mesi, il videogioco Mi Rasna - Io sono Etrusco vedrà nei primi giorni di luglio importanti novità legate all'espansione chiamata "Etruschi di Frontiera". Verrà infatti introdotta una mappa più ampia su cui saranno posizionate nuove città etrusche sia a nord che nel sud Italia.

Tutto ciò grazie alla collaborazione con due nuovi Poli Museali, quello dell'Emilia-Romagna e quello della Campania, che vanno ad affiancarsi al Polo Museale della Toscana e al Polo Museale dell'Umbria.

I MUSEI ARCHEOLOGICI

Aumenta di conseguenza, da cinque a nove, anche il numero dei Musei Archeologici Nazionali. Questo l'elenco aggiornato: Museo Archeologico Nazionale di Chiusi; Museo Archeologico Nazionale di Arezzo; 
Museo Archeologico Nazionale di Orvieto; Museo Archeologico Nazionale di Perugia; Museo Archeologico Nazionale di Ferrara; Museo Archeologico Nazionale di Capua; Museo Archeologico Nazionale di Pontecagnano.

Al Museo Etrusco di Villa Giulia si unisce inoltre, grazie a un protocollo d'intesa firmato il mese scorso, anche il Museo Archeologico Nazionale di Napoli. Mi Rasna si candida così a essere uno dei videogiochi dalla maggior copertura territoriale (cinque regioni) in termini di collaborazioni avviate con le istituzioni museali. 

LA COLLABORAZIONE

Come accaduto con le istituzioni già coinvolte, musei e poli museali forniranno materiale fotografico e informativo sulle città etrusche così da formulare nuovi quiz legati a specifici reperti o domande di carattere generale sul popolo etrusco e sul territorio in questione: l'Etruria padana con le città di Felsina, Spina e Marzabotto e la Campania etrusca di frontiera con Pontecagnano e Capua.  

 

Articoli correlati