Il Museo degli Uffizi, unitamente alla Galleria dell'Accademia, “si avviano a diventare il corpus museale più grande d'Italia e, sotto il profilo culturale, più importante d'Europa”. Lo ha dichiarato il sottosegretario all’Istruzione, Salvatore Giuliano, intervenendo in Aula della Camera per rispondere a un’interrogazione di Toccafondi e Schullian in merito alla recente riorganizzazione del Ministero ed in particolare sulle disposizioni che interessano alcuni musei autonomi. Nell'atto parlamentare ci si riferisce più propriamente alla Galleria dell'Accademia di Firenze e si interpella il Ministro in merito all'autonomia dei vari centri museali.

“Il ministro Bonisoli – ricorda Giuliano - ha già avuto modo di esprimersi sull'argomento, specificando che la decisione che ha interessato alcuni musei autonomi è stata una scelta volta alla razionalizzazione delle risorse ed è stata assunta anche a seguito di un'attenta valutazione organizzativa. In particolare, l'autonomia della Galleria dell'Accademia di Firenze non è certo venuta meno, poiché essa non confluirà nell'ambito della competenza del Polo museale, ma andrà accorpata al Museo degli Uffizi, che, a sua volta, mantiene la sua piena autonomia”.

“È importante sottolineare che il comma 4 dell'articolo 30 del vigente regolamento di organizzazione del Ministero, il DPCM n. 171 del 2014, già prevede la possibilità di accorpare, con decreto ministeriale, gli istituti di cui al comma 3 dello stesso articolo con quelli del comma 2. Tale disposizione è stata replicata nell'articolo 29 del nuovo DPCM del 19 giugno 2019, recante l'organizzazione del MiBAC, degli uffici di diretta collaborazione del Ministro e dell'organismo indipendente di valutazione della performance; ed il prossimo decreto ministeriale di articolazione disporrà, altresì, in merito alla gestione degli istituti accorpati”.

“Alla Galleria dell'Accademia, proprio in ragione del suo accorpamento agli Uffizi, che mantiene il suo status di museo autonomo, sarà garantita una gestione manageriale ed una autonomia di bilancio. Va, infine, precisato che con il nuovo DPCM, ad alcuni musei autonomi - ed il Museo degli Uffizi è ricompreso nella previsione - saranno assegnate delle figure dirigenziali e amministrative che contribuiranno alla ottimale gestione delle collezioni e del personale”.

 

Articoli correlati