“Stiamo scrivendo le linee guida sull'architettura. In Italia non c'è una legge sull'architettura. La decisione che abbiamo preso insieme agli architetti è di lavorare su delle linee guida che definiscano delle corsie preferenziali per cui un Comune che vorrà fare un certo progetto, potrà dire che deve essere fatto secondo quelle linee guida. Non sarà obbligatorio, ma il fatto di condividere e sviluppare delle linee guida può essere utile”. Lo ha detto il ministro dei Beni culturali, Alberto Bonisoli, nel corso del suo intervento presso la sede di Italia Nostra a Roma per il lancio della nuova campagna nazionale per la qualità dell’illuminazione pubblica intitolata, LUCI E PAESAGGI. 

“Il fatto di avere una riflessione sul tipo di light design applicato ai beni culturali e al patrimonio, da inserire all'interno delle linee guida sull'architettura, mi sembra estremamente positivo”, ha commentato il titolare del Collegio Romano. 

“Abbiamo ancora un pezzo di lavoro da fare, che è quello di adattare quelle che sono le soluzioni a risparmio energetico - per esempio il led - alle specificità di colore, di illuminazione e anche di estetica dei nostri borghi”, ha sottolineato il ministro.

 

Articoli correlati