“90 milioni per il centro storico di Napoli. Abbiamo firmato oggi il Contratto Istituzionale di Sviluppo con gli interventi del progetto integrato per la città”. Lo annuncia su Facebook il ministro per i Beni culturali, Alberto Bonisoli.

“Due i quartieri essenzialmente interessati alla riqualificazione – spiega il titolare del Mibac -: il Rione Sanità, zona popolare che diede i natali a Totò, e che collega il Mann e il museo di Capodimonte, e una zona limitrofa, l'altro popolare quartiere di Montesanto, interessato prevalentemente da interventi di riqualificazione infrastrutturale. Ma non mancano interventi di altro tipo. Ben 10 dei 90 milioni serviranno per ristrutturare Palazzo Penne che diventerà la sede napoletana del museo dell'architettura e del design”.

“È stato un lavoro di squadra in cui tutti i soggetti interessati si sono impegnati al massimo per arrivare in pochissimi mesi alla firma – sottolinea Bonisoli -. Proprio per la rapidità con cui abbiamo chiuso il progetto sono molto soddisfatto. Prima di tutti ringrazio il ministro per il Sud Barbara Lezzi. Ma senza la collaborazione fattiva del Comune di Napoli e della Regione Campania a questo risultato non saremmo giunti”.

“Infine – conclude Bonisoli -, mi preme aggiungere che a margine di questa intesa firmeremo due protocolli, il primo con l'Anac e il secondo con Anac e Antimafia, proprio per escludere qualsiasi possibilità di infiltrazione mafiosa e impedire ogni tentativo di corruzione. Questi sono i risultati di un governo che lavora sodo per il benessere dei cittadini. Questo è il frutto dell'impegno del Movimento Cinque Stelle”.
 

 

Articoli correlati