“Abbiamo una necessità particolare che riguarda gli stuntman: i danzatori infatti hanno diritto ad un anticipo pensionistico per il tipo di attività fisica che fanno e non si capisce perché gli stuntman sono fuori, vista la loro attività altamente a rischio. Dobbiamo quindi ricondurli almeno ai requisiti dei danzatori”. Lo ha detto Emanuela Bizi, segretaria nazionale della Slc Cgil, intervenendo in audizione in commissione Cultura della Camera nell’ambito dell’indagine conoscitiva in materia di lavoro e previdenza nel settore dello spettacolo.

“Altra cosa che chiediamo – ha aggiunto la Bizi – è di estendere l’Inail alle figure autonome e ai collaboratori, lasciando in capo al committente il costo. Altro punto riguarda il fatto che noi non sappiamo esattamente quanti lavoratori dello spettacolo ci sono, siamo d’accordo quindi nell’istituire degli osservatori regionali perché se riuscissimo a mappare l’occupazione in questo settore, sarebbe molto utile. È evidente che gli osservatori potrebbero dare un punto di chiarezza”, ha sottolineato. 

 

Articoli correlati