“Leve fiscali di sostegno, l’ordinamento giuridico delle fondazioni lirico-sinfoniche, la gestione speciale del fondo previdenziale per i lavoratori dello spettacolo e un fondo bilaterale di solidarietà che possa dare un contributo a questo settore molto parcellizzato”. Sono queste le necessità primarie per il settore dello spettacolo elencate da Fabio Benigni (Cisl) nel corso della sua audizione in commissione Cultura della Camera nell’ambito dell’indagine conoscitiva in materia di lavoro e previdenza nel settore dello spettacolo.

 

Articoli correlati