“I nostri monumenti vanno rispettati e le storiche fontane di Roma non sono piscine”. Lo scrive su Facebook la sindaca di Roma, Virginia Raggi, postando un video nel quale si vede un agente di polizia locale costretto ad entrare nella vasca della Fontana di Trevi per tirare fuori un uomo che, vestito da antico senatore romano, si era gettato in acqua.

“Sono comportamenti inaccettabili verso i quali non c'è alcun tipo di tolleranza: dopo l’approvazione del Regolamento di Polizia Urbana, infatti, chi decide di fare un bagno nelle fontane di Roma viene punito con una sanzione di 550 euro e con la misura del Daspo Urbano”.

“Così è stato per il pittoresco senatore romano e così sarà per chiunque offenderà il patrimonio storico e artistico della città, che appartiene a tutti”, ha concluso il primo cittadino della Capitale.

 

Articoli correlati